Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 25 ottobre - Aggiornato alle 13:13

Il naufrago: «Giuro di aver toccato quelle monete d’oro». Video esclusivo

Pecorelli: «Non ho portato via il tesoro di Montecristo per non finire nei guai. Le ossa? Me le dà il prete»

«Vedendo il buio ho deciso di suicidarmi e sono andato da un prete a confessarmi, lui è rimasto scosso e mi ha proposto una via di fuga e di inscenare questo finto incidente, qui mi ha procurato le ossa e abbiamo incendiamo l’auto».

VIDEO: INTERVISTA ESCLUSIVA
PODCAST: NAUFRAGO ALLA RICERCA DEL TESORO

Intervista video a Pecorelli Lo ha detto martedì mattina a Umbria24 l’imprenditore Davide Pecorelli, 45 anni, intercettato nel dehors dell’hotel Brufani di Perugia e intervistato da Umbria24: «Perché ero a Valona? Per allenarmi ad affrontare 27 miglia in mare aperto col gommone». Pecorelli ha anche detto: «Il prete mi ha proposto di andare a prendere una cosa molto importante a Montecristo, dove il piano è saltato perché mi hanno preso i forestali che sono lì come custodi dell’isola. Cosa dovevo prendere? Casse di monete d’oro che si trovano tra cala Maestra a cala Corfù».

 

 

I commenti sono chiusi.