Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 29 gennaio - Aggiornato alle 23:52

In slip e reggiseno a casa di un un anziano per rubargli un orologio da 10 mila euro

Sei furti con destrezza e bottino di 20 mila euro per la 42enne che usava l’arma della seduzione: portata in carcere

Una donna in biancheria intima (foto di Artem Labunsky)

di Chia.Fa. 

Alla fine si sono aperte le porte del carcere per la donna che l’estate scorsa ha derubato a Perugia diversi anziani, in molti casi seducendoli. Sì, perché mercoledì mattina, al termine delle indagini, le forze dell’ordine hanno rintracciato la quarantaduenne, a cui vengono contestati sei furti anche in abitazione e aggravati dalla destrezza, dando così esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip a suo carico.

Ladra sexy portata in carcere La ladra, che con la tecnica dell’abbraccio sfilava orologi e collanine, si sarebbe messa in tasca tra giugno e agosto circa 20 mila euro. Il colpo più ghiotto, che vale la metà del bottino complessivo, lo ha messo a segno riuscendo a farsi aprire la porta di casa da un anziano, per il quale si sarebbe spogliata, restando in biancheria intima. La visione della quarantaduenne deve aver confuso l’anziano che, soltanto con l’arrivo di una familiare, ha realizzato di non avere più al polso l’orologio da 10 mila euro a cui era particolarmente affezionato. Alla ladra, comunque, viene contestato anche il furto subito da un altro ottantenne all’uscita da una filiale bancaria, quando lo ha avvicinato e gli ha sottratto i mille euro appena prelevati. In generale, comunque, la donna di origine rumena è considerata una professionista dagli investigatori, secondo cui il modus operandi era essenzialmente lo stesso: seduzione e furto, sempre e comunque ai danni di anziani.

 

I commenti sono chiusi.