Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 7 maggio - Aggiornato alle 20:34

Faceva il pieno a terzi con la carta carburante di un’impresa e si faceva pagare in contanti

Appropriazione indebita andata avanti per diversi mesi e fruttata 8.300 euro: 40enne nei guai

Faceva il pieno agli automobilisti utilizzando la carta carburante di un’impresa di Valfabbrica per la quale aveva lavorato e poi si faceva pagare in contanti. Deve rispondere di appropriazione indebita di circa 8.300 euro il quarantenne umbro che, con uno stratagemma andato avanti per diversi mesi, si è messo in tasca la somma in questione, sottraendola all’impresa. Agli automobilisti che arrivavano nelle stazioni di rifornimento, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, l’uomo diceva che aveva sbagliato a selezionare il carburante e quindi proponeva ai clienti di mettergli benzina, prendendo in cambio i soldi. Lui naturalmente pagava con la carta carburante dell’impresa, ma alla fine le anomalie sono state notate dall’imprenditore e le registrazioni delle telecamere di videosorveglianza delle stazioni di rifornimento hanno confermato l’appropriazione indebita.

I commenti sono chiusi.