lunedì 26 agosto - Aggiornato alle 06:47

Piegaro, estirpate più di cento piante da un uliveto: maxi-multa da 125 mila euro

Blitz dei carabinieri forestali nel terreno intorno al lago Trasimeno

di En.Ber.

Sanzioni per 125 mila euro sono state elevate dai carabinieri forestali che hanno riscontrato un’attività di espianto di un intero uliveto nelle campagne intorno a Piegaro. Gli alberi – 125 – sono stati estirpati senza autorizzazioni da una società agricola su richiesta del proprietario della tenuta. Gli investigatori se ne sono accorti durante un normale controllo del territorio. Stando a quanto si legge in una nota dell’Arma all’estirpazione sarebbe seguita la remissione a dimora delle piante in un terreno circostante appartenente allo stesso proprietario senza che però fossero state acquisite le autorizzazioni previste dalla legge regionale sul governo del territorio.

Tutela delle produzioni agricole È il comune territorialmente competente che concede qualora ne ricorrano i presupposti l’autorizzazione all’abbattimento degli olivi – prosegue la nota -. In assenza di tale provvedimento ogni estirpazione costituisce un illecito che comporta una sanzione che va da 500 a cinquemila euro per ciascun albero. Gli oliveti, oltre a qualificare le produzioni agricole, rappresentano un elemento identitario del nostro territorio, per tale motivo sono state predisposte norme che salvaguardano le aree di produzione olearia, anche ai fini della loro funzione di difesa ecologica ed idrogeologica.

I commenti sono chiusi.