Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 6 febbraio - Aggiornato alle 06:35

Covid-19, un altro morto e da due giorni tornano a crescere gli attualmente positivi

Si registra anche un aumento del tasso di positività, ma diminuiscono i ricoverati

La Microbiologia di Perugia (©Fabrizio Troccoli)

Un altro morto, con il bilancio della vittime che raggiungere quota 1.460, e ancora un aumento degli attualmente positivi che, come martedì, tornano a crescere. Emerge dal bollettino sulla diffusione del Covid-19 in Umbria del 20 ottobre che fa anche registrare un’impennata del tasso di positività. Occorrerà capire se si tratti di un vero e proprio stop della fase discendente del contagio oppure se si sia di fronte agli effetti del gran numero di test antigienici a cui le persone non vaccinate si stanno sottoponendo da venerdì scorso a seguito dell’introduzione del green pass obbligatorio anche per lavorare.

Bollettino Umbria 21 ottobre In particolare, nelle ultime 24 ore in Umbria si so contati 38 nuovi casi di Covid-19 a fronte di 17 guariti, con il numero delle persone ancora alle prese con il virus che risale fino a quota 586, ossia 20 in più di quelle contate martedì. I nuovi contagiati sono stati scoperti all’esito di 1.501 tamponi molecolari e 7.035 test, quest’ultimi decisamente in calo rispetto a quelli eseguiti lunedì, quando si è superata la soglia dei 13 mila. Con questi dati, dunque, il tasso di positività sui soli molecolari si attesta a 2,5 e risulta in netta crescita rispetto a quello di mercoledì scorso quando girava intorno a 1,4. Considerando anche gli antigienici, che in caso di esito positivo fanno scattare il molecolare, il tasso scende a 0,44, risultando in linea con quello di sette giorni fa, che girava a 0,48. Resta la raccomandazione, anche in vista dell’arrivo dell’inverno e quindi dell’influenza stagionale, a rispettare tutte le prescrizioni applicate dall’inverno del 2020, vale a dire l’uso di mascherine nei luoghi al chiuso o dove si dovessero creare assembramenti, a rispettare il distanziamento sociale e a igienizzarsi con frequenza le mani

I commenti sono chiusi.