Quantcast
martedì 9 agosto - Aggiornato alle 00:32

Bimbo di dieci anni cade in piscina e rischia di annegare durante il campus estivo

L’incidente è avvenuto a Fratta Todina. Il piccolo è stato soccorso e trasportato d’urgenza in ospedale

©Fabrizio Troccoli

di En.Ber.

Secondo caso nel giro di un mese di giovanissimi che hanno rischiato l’annegamento in piscina nel territorio di Todi. Dopo la piccola di tre anni, figlia di una coppia di genitori romani, caduta in piscina e poi trasferita all’ospedale Bambin Gesù della Capitale, giovedì mattina si è verificato un caso analogo a Fratta Todina. Se ne dà notizia ora perché solo stamani il bimbo di dieci anni è stato dimesso dall’ospedale.

Notizie dall’ospedale Il giovane, i cui genitori sono originari del Nordafrica ma da anni residenti in Umbria, mentre stava partecipando ad un campus estivo è rimasto vittima di una caduta in piscina. Non è ancora chiara con esattezza la dinamica degli accadimenti. Soccorso dal personale di salvataggio della struttura e dai sanitari del 118 – si apprende in ospedale – è stato messo in sicurezza e trasportato con urgenza al Santa Maria della Misericordia. E’ stato accolto al pronto soccorso con codice giallo per aver ingerito acqua. I medici hanno voluto effettuare delle verifiche con accertamenti radiografici per scoprire le condizioni dei polmoni che, fortunatamente, non hanno subìto problemi. Sottoposto a terapia antibiotica il bambino è stato trattenuto in osservazione e dimesso sabato mattina.

I commenti sono chiusi.