Quantcast
venerdì 21 gennaio - Aggiornato alle 22:22

Perugia, la verità di Alma Shalabayeva: a maggio verrà sentita in tribunale

Fissato l’incidente probatorio della moglie del dissidente kazako Ablyazov. Secondo i pm è stata rapita dalla polizia prima del rimpatrio

Alma Shalabayeva è stata rimpatriata nel maggio 2013

di En.Ber.

Alma Shalabayeva verrà sentita in incidente probatorio a Perugia. Lo ha deciso il gup Carla Giangamboni accogliendo la richiesta del procuratore aggiunto Antonella Duchini e del pubblico ministero Massimo Casucci titolari del fascicolo sul presunto rapimento della moglie del dissidente kazako Mukhtar Ablyazov rimpatriata nel suo Paese nel 2013.

SHALABAYEVA: TUTTE LE CARTE DEL PRESUNTO SEQUESTRO

Il superpoliziotto Tra gli imputati, accusati a vario titolo di sequestro di persona, falso e abuso d’ufficio, ci sono l’ex capo della squadra mobile romana Renato Cortese (attuale questore di Palermo), l’allora dirigente dell’ufficio immigrazione Maurizio Improta (questore di Rimini, stamani presente in aula), cinque agenti di polizia e il giudice di pace che si occupò del caso. Proprio in virtù del coinvolgimento del magistrato della Capitale il fascicolo è stato trasmesso in Umbria per competenza territoriale.

L’interprete La deposizione di Alma Shalabayeva è in programma per il 21 e 22 maggio alla presenza di un interprete. Nella prossima udienza, invece, fissata per il 23 febbraio si discuterà dell’eventuale trascrizione di alcune intercettazioni telefoniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.