venerdì 23 agosto - Aggiornato alle 01:20

Addio a Gisberto Goretti, tra i fondatori delle omonime Cantine

L’imprenditore si è spento nella mattinata di domenica, a darne notizia i familiari. I funerali lunedì a Pila

Gisberto Goretti, uno dei fondatori delle Cantine Goretti

Addio a Gisberto Goretti. Nella mattinata di domenica 21 luglio si è spento a Perugia uno tra gli storici fondatori delle Cantine Goretti, gruppo noto nel settore della produzione vitivinicola attivo sin dai primi anni ’60 in Italia (e successivamente anche a livello internazionale) con la storica tenuta situata a Pila, alla periferia di Perugia. A darne l’annuncio i familiari attraverso il profilo Facebook ufficiale dell’azienda. I funerali si terranno nella giornata di lunedì 22 luglio alle ore 17 nella chiesa di San Giovanni Battista a Pila.

La storia L’azienda Agraria Goretti Gisberto e la Cantina Goretti nascono a Perugia intorno agli anni ’60. Dal 1992 l’azienda Agraria Goretti Gisberto si divide e diventa Agraria Goretti Gisberto e Agricola Goretti Produzione Vini s.r.l. , una solo di produzione uve e l’altra trasformazione uve. Quella delle Cantine Goretti è una storia di produttori di vino che, iniziata nei primi anni del ‘900, è stata tramandata di padre in figlio con il susseguirsi di quattro generazioni, continuando a proporsi nel panorama vitivinicolo con orgoglio, sentimento, evoluzione e continuità qualitativa. Oltre alla cantina storica di Pila a Perugia, nella DOC Colli Perugini, negli anni ‘90 la famiglia ha realizzato anche una moderna e tecnologica azienda a Montefalco specializzata nella produzione di due vini rossi importanti: il Sagrantino di Montefalco DOCG e il Rosso di Montefalco DOC. In quasi 100 anni di storia, l’azienda si è consolidata sullo scenario internazionale quale sinonimo di eccellenza qualitativa e di grande tradizione vitivinicola diventando un portabandiera della cultura enologica umbra nel mondo.

I commenti sono chiusi.