Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 19 gennaio - Aggiornato alle 20:50

Umbria da 15 giorni libera dalle polveri sottili e sono buone anche le previsioni

Ultimi sforamenti di Pm10 registrati dalle centraline Arpa risalgono a lunedì 22 novembre, tutti concentrati nel Ternano

di M.R.

Da oltre due settimane i livelli di Pm10 in Umbria sono al di sotto del valore limite. Buone dunque le condizioni dell’aria per scarsa concentrazione di quelle polveri che, al netto di certe ordinanze sindacali, determinano in qualche caso i livelli di restrizioni alla circolazione stradale e all’utilizzo di caminetti.

Polveri sottili Secondo i valori registrati dalle centraline Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale), gli ultimi sforamenti del valore soglia che indica il limite tra una buona, accettabile e scadente qualità dell’aria, si sono verificati il 22 novembre scorso, quando la centralina di Maratta (zona industriale Terni) ha raggiunto quota 37 sforamenti da inizio anno, unica in tutta la regione ad aver oltrepassato il confine dei 35. Quello stesso lunedì di due settimane fa, hanno registrato concentrazioni di Pm10 superiori ai 50 µg/m3 anche le centraline di Carrara, Borgo Rivo, Le Grazie e Narni scalo, tutti dispositivi dislocati in provincia di Terni. Da allora livelli buoni ovunque tutti i giorni e anche le previsioni di giovedì e venerdì fanno ben sperare.

I commenti sono chiusi.