Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 27 gennaio - Aggiornato alle 16:39

Scuola, contagi in lieve crescita in asili ed elementari. Vaccinato il 52% degli adolescenti: i dati

Il bollettino: alle superiori leggera diminuzione, nessun caso tra i membri del personale. La situazione nei territori

Una scuola perugina durante gli esami 2021 (©Fabrizio Troccoli)

di Daniele Bovi

Lieve crescita dei contagi nelle scuole dell’Umbria. Secondo i dati della Regione, aggiornati a venerdì, il numero di alunni positivi è passato dai 39 di martedì a 44, mentre quello delle classi in isolamento da 34 a 41; di conseguenza, aumentano anche i contatti stretti in quarantena: da 761 a 1.009. L’aumento di alunni positivi è essenzialmente concentrato nelle scuole dell’infanzia (da 10 a 12) e alle elementari (da 10 a 13), fasce d’età dove, come spiegato giovedì dal Nucleo epidemiologico regionale, si registra l’incidenza maggiore.

GRAFICI: IL CONTAGIO NELLE SCUOLE DELL’UMBRIA

I dati Alle medie si passa da cinque a sette alunni mentre alle superiori il contagio arretra: da 14 casi a 12. Nessun contagio, inoltre, si registra tra i membri del personale scolastico. Quanto ai contatti stretti in isolamento, 384 riguardano le superiori (+43), 229 le medie (+122), 260 le elementari (+58) e 136 le scuole dell’infanzia (+25).

PRIME DOSI IN UMBRIA: L’ANALISI DEI MESI ESTIVI

I territori Andando a guardare la situazione nei diversi territori, in Alto Chiascio le classi in isolamento passano da due a una, in Alto Tevere da tre a una, ad Assisi da 10 a 11 (sei tra asili ed elementari), a Perugia da 9 a 12 (10 tra elementari e infanzia), nella Media Valle del Tevere da due a quattro, a Foligno da una a tre, a Terni da tre a cinque, a Orvieto da due a tre e, infine, al Trasimeno c’è una sola classe delle elementari in isolamento.

I vaccini Un quadro come ovvio strettamente connesso all’andamento della campagna vaccinale, riservata per ora alla popolazione con più di 12 anni. Secondo il report del Governo, aggiornato al pomeriggio di venerdì, per diversi motivi il personale scolastico non vaccinato è pari al 9,92% (2.821 persone). Tra i ragazzi invece il numero delle prime dosi non cresce, rimanendo sostanzialmente stabile rispetto a quello di due settimane fa.

I ragazzi Tra i 16-19enni su 31.285 ragazzi quelli che hanno ricevuto la prima dose sono sempre tre su quattro, mentre il ciclo è stato completato dal 65% (+6% rispetto a una settimana fa). Tra i 12 e i 15 anni invece su 32.325 ragazzi il 55,6% ha aderito alla campagna vaccinale (+1,6%) mentre il ciclo è stato completato dal 39% (+9%). Dati che, per entrambe le fasce d’età, sono in linea con il resto del paese. Al momento quindi si procede essenzialmente con le seconde dosi, senza una crescita rilevante del numero di ragazzi che decidono di aderire alla campagna.

Twitter @DanieleBovi

I commenti sono chiusi.