domenica 23 febbraio - Aggiornato alle 01:25

Ostetriche in portineria, camper mammografico e visite gratuite: arriva la Settimana della salute della donna

Dall’11 al 18 aprile anche in Umbria l’open week dedicata a prevenzione e cura delle principali patologie femminili

Unità mobile mammografica

Settimana dedicata alla salute della donna. Iniziative anche in alcuni ospedali dell’Umbria dall’11 al 18 aprile con l’obiettivo di promuovere l’informazione e i servizi per la prevenzione e la cura delle principali patologie femminili attraverso gli ospedali del network bollini rosa.

A Orvieto lunedì 15 e mercoledì 17 aprile, dalle 15 alle 18, nell’ambulatorio n. 10 del piano terra dell’ospedale, verranno effettuate visite ginecologiche gratuite riservate particolarmente alle giovani donne, con lo scopo di informarle sui rischi connessi alle malattie sessualmente trasmesse. Le prenotazioni potranno essere effettuate telefonando tutti i giorni dalle 12 alle 14 e dalle 17 alle 20 al numero 0763 307220.

A Norcia, invece, venerdì 12 aprile sarà inaugurato l’unità mobile mammografica per migliorare  l’accessibilità geografica al test, raggiungendo tutti i comuni della Usl 2 in maniera più capillare, rendendo più semplice l’adesione all’invito del programma screening mammografico. L’obiettivo è infatti aumentare il livello di adesione al programma, assicurando comunque elevati standard tecnologici e professionali.  Il mezzo, dotato delle più moderne tecnologie, è completamente autonomo nell’esecuzione del test diagnostico e, grazie alla razionale organizzazione degli spazi, è in grado di assicurare alle utenti la necessaria privacy. Un tecnico di radiologia, dotato di alta specializzazione in campo senologico, effettuerà la mammografia che verrà successivamente valutata da due medici radiologi senologi, col metodo del “doppio cieco” (cioè ognuno all’insaputa del giudizio dell’altro) per garantire un incremento della sensibilità del test, rispetto alla lettura singola.

Infine a Foligno martedì 16 aprile dalle 8 alle 14 le ostetriche dell’ospedale, insieme alle colleghe del consultorio “Subasio”, saranno disponibili in portineria  (di fronte al bar) per sensibilizzare la popolazione su argomenti come gravidanza, parto e puerperio senza timori, endometriosi (importanza della prevenzione e del riconoscimento precoce dei sintomi) e illustrare tutti i percorsi presenti nel consultorio familiare (percorso nascita, screening oncologico del cervico-carcinoma, interruzione volontaria di gravidanza, menopausa ecc).

I commenti sono chiusi.