Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 25 gennaio - Aggiornato alle 05:26

Natale a Orvieto, dall’albero di luce nel pozzo alla lirica in memoria di Mancinelli

Festività al via con apertura straordinaria del monumento di Antonio da Sangallo e accensione della stella in piazza Duomo

 

Torna l’Albero di Luce nel Pozzo di San Patrizio a Orvieto. Dopo la prima edizione di successo nel 2019 e lo stop dello scorso anno a causa delle limitazioni imposte dalla pandemia, l’atmosfera natalizia torna a calarsi in fondo al pozzo di San Patrizio che a partire dalle ore 17 di mercoledì 8 dicembre sarà illuminato con un fascio di luci che ne adorneranno le pareti.

Orvieto Il suggestivo effetto ottico che crea il monumento di ingegneria di Antonio Da Sangallo darà l’impressione ai visitatori di trovarsi di fronte a un albero di luci rovesciato. Una installazione che garantirà comunque ai visitatori di poter ammirare l’opera nella sua veste naturale e che è rispettosa della storia del monumento e delle indicazioni della Soprintendenza dell’Umbria. Per l’occasione il pozzo di San Patrizio sarà straordinariamente aperto dalle 17 alle 19 con ingresso gratuito. A partire da sabato 11 dicembre e per tutti i fine settimana fino al 9 gennaio 2022, per consentire di ammirare l’installazione luminosa, il pozzo amplierà anche l’orario di apertura al pubblico dalle 10 alle 18. Sempre mercoledì 8 dicembre, alle ore 18, sarà accesa anche la grande stella cometa in piazza Duomo, alta 7,30 per 17 metri di lunghezza e illuminata da oltre 32mila punti luce. Rinviata a data da destinarsi invece, a causa delle incerte e avverse previsioni metereologiche, l’iniziativa ‘La Candeluminaria – I sogni dei bambini illuminano il Quartiere medievale in programma nel pomeriggio di domenica 12 dicembre.

Teatro Mancinelli Ma la strada verso il Natale sarà costellata di iniziative, una su tutte quella in programma sabato 11 dicembre alle ore 18. Organizzato dalla Fondazione Marco Besso in occasione nel centenario della morte di Luigi Mancinelli (1848 – 1921) e nel quadro delle celebrazioni dei 700 anni della morte di Dante Alighieri (1265 – 1321), Sabato 11 Dicembre 2021 alle ore 18:00 al Teatro Mancinelli di Orvieto, si terrà la Prima esecuzione assoluta in forma di concerto di Paolo e Francesca dramma lirico in un atto di Arturo Colauti, musica di Luigi Mancinelli. Riduzione e adattamento per orchestra da camera di Marcello Panni. Con un racconto di Sandro Cappelletto.

Paolo e Francesca Ad esibirsi nell’opera ispirata al V Canto dell’inferno della Divina Commedia saranno il Coro e Orchestra da camera Roma Sinfonietta. Direttore Marcello Panni. Maestro collaboratore Mirco Roverelli. Solisti: Francesca – Galina Ovchinnicova (soprano); Gianciotto – Alessio Potestio (baritono); Paolo – Gianluca Zampieri (tenore); Il matto – Francesco Lucii (tenore). L’evento è inserito nell’ambito del programma della 5^ edizione “A Natale regalati Orvieto”. L’ingresso gratuito, su prenotazione all’e-mail [email protected] entro il giorno precedente. La prenotazione, subordinata al numero dei posti consentiti da vari DPCM, necessita di una conferma. L’ingresso sarà consentito con Green Pass e mascherina. E’ stata attivata la trasmissione in streaming sul sito della Fondazione http://fondazionemarcobesso.net/eventi e sarà disponibile sul canale YouTube.

I commenti sono chiusi.