Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 18 agosto - Aggiornato alle 00:52

Luci e colori sul lago, Piediluco celebra il Solstizio d’estate: ecco la Festa delle Acque

Via alla kermesse dal 19 giugno, in programma sfilata barche allegoriche e fuochi. Ordinanza divieto asporto bevande in vetro

La maglia delle acque a Piediluco torna nella tradizionale kermesse che celebra il Solstizio d’estate. È tempo di Festa delle Acque. Dal 19 giugno al 16 luglio appuntamenti con la cultura, spazio per i più piccoli, mostre, concerti ed eventi tra Piediluco, Marmore e Arrone. Evento di punta il 2 luglio con la tradizionale sfilata delle barche allegoriche e i fuochi pirotecnici. Dal 23 al 26 giugno il primo Forum delle Acque. «Un’edizione volta alla promozione del nostro territorio – scrivono gli organizzatori sui canali social – fortemente legato all’elemento acqua: Piediluco con il suo lago, Marmore con la sua Cascata e Arrone con il suo fiume». Firmata l’ordinanza per il divieto di asporto bevande in vetro.

Festa delle Acque La manifestazione è organizzata con il contributo della Fondazione Carit e il patrocinio del Comune di Terni, in collaborazione con Pro Loco Arrone e Pro Loco Marmore. Si parte il 19 giugno alle 9 con una corsa podistica sulle sponde del lago, stop il 16 luglio con il concerto degli allievi dell’istituto Briccialdi di Terni. Il programma completo è consultabile a questo link

Ordinanza vetro Festa delle Acque

Ordinanza Il sindaco di Terni, Leonardo Latini, in occasione della Festa delle Acque 2022 ha firmato un’ordinanza per il divieto di asporto bevande in vetro ai fini del decoro, della vivibilità e della sicurezza urbana nelle aree situate all’interno del centro urbano di Piediluco. Per questo, dalle ore 16.00 alle ore 02.00 del giorno successivo, dei giorni 19, 23, 24, 25, 26 e 30 giugno 2022 e 1,2, 3, 10, 15, 16 luglio 2022, in località Piediluco, dal ponte Medio Nera e fino alla Zona di Ara Marina, è vietata: «a) la detenzione di contenitori di vetro – si legge nell’ordinanza – ai fini dell’immediato consumo di bevande di qualsiasi tipo; b) la vendita per asporto da chiunque effettuata di bevande di qualsiasi tipo in contenitori di vetro. È comunque consentita la vendita di tali prodotti finalizzata all’ordinario
approvvigionamento domestico, laddove i medesimi vengano collocati dall’esercente all’interno di buste di plastica, di pacchi o di imballaggi; c) la somministrazione di bevande in contenitori di vetro da chiunque effettuata con le sole
eccezioni di seguito riportate». «I divieti di cui alle lettere b) e c) – specifica il documento – si applicano nei confronti di qualsiasi titolare o gestore di attività commerciali legittimate alla vendita al dettaglio per asporto ed in particolare quelle in sede fissa, su aree pubbliche, artigianali, dei produttori agricoli, tramite distributori automatici, oltreché quelle di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande ivi compresi gli esercizi ove si svolgono, con qualsiasi modalità, spettacoli o altre forme di intrattenimento e svago, musicali o danzanti, nonché eventi organizzati da associazioni senza fini di lucro, e presso circoli privati gestiti da persone fisiche, da enti o da associazioni a favore dei rispettivi associati, qualora consentiti dalla normativa emergenziale vigente». Nelle precitate aree la somministrazione di bevande in contenitori di vetro è consentita unicamente nei seguenti casi, sempre che ricorrano tutte le ulteriori condizioni di legge: «Tramite servizio assistito al tavolo all’esterno dei locali di esercizio o all’interno, qualora consentito; sulle rispettive aree e spazi pertinenziali regolarmente autorizzati, con obbligo in tal caso a carico degli esercenti di rimuovere immediatamente, al termine della consumazione, i contenitori a tal fine utilizzati; per la somministrazione di bevande al tavolo o al banco, qualora consentito, con utilizzo di bicchieri in vetro di ridotte dimensioni secondo i normali usi commerciali».  È vietata la cessione di bevanda alcolica per interposta persona a minore degli anni 18. Per chi viola l’ordinanza sanzioni.

 

I commenti sono chiusi.