lunedì 27 gennaio - Aggiornato alle 02:47

In Umbria 64 mila anziani a rischio truffe: ad Orvieto il convegno del Mosap

Fenomeno sempre più dilagante, secondo l’Istat le vittime ‘over 80’ sono cresciute del 42 percento in 5 anni

di Lor. Pul.

Sono 4,3 milioni gli italiani ‘over 80’ a rischio truffe, un dato cresciuto del 42% in 5 anni. È quanto risulta da una recente analisi basata su dati Istat. In Umbria sono 64 mila gli anziani ultraottantenni a rischio e la platea si allarga sensibilmente considerando i settantenni. Di questo e delle strategie di prevenzione si parlerà il 16 dicembre a Orvieto, dalle 15, presso la sala consiliare del Comune, in un convegno dal titolo ‘Difendiamoci dalle truffe’ organizzato dal Mosap, il Movimento Sindacale Autonomo di Polizia.

Fenomeno in crescita «Nonostante lo sforzo quotidiano delle forze di polizia – afferma Roberto Fioramonti, segretario nazionale del Mosap – il fenomeno negli ultimi 5 anni ha registrato una crescita significativa e l’Umbria non è immune da questa tendenza. Anzi. Gli anziani sono i più esposti al pericolo di essere truffati e i reati ai loro danni sono particolarmente gravi e odiosi perché chi li commette approfitta di una condizione di solitudine e di fragilità. Riteniamo giusto che in simili casi le pene possano essere inasprite e su questo pensiamo che il legislatore debba fare uno sforzo in più».

Truffe in contesti differenti «Le truffe a danno di persone anziane – afferma ancora Fioramonti – stanno assumendo caratteristiche molto diversificate, in quanto possono avvenire in contesti differenti, con modalità variegate e coinvolgere soggetti diversi. È importante, quindi, saper riconoscere le situazioni più a rischio, valutare gli elementi che possono far pensare che sia in atto un tentativo di truffa e, di conseguenza, i comportamenti da assumere».

Truffe in casa e in strada «Ci sono due grandi categorie di truffe – spiega ancora il segretario nazionale del Mosap – quelle che avvengono presso l’abitazione della vittima e quelle che avvengono o cominciano in strada. Senza contare le truffe online che rappresentano una nuova frontiera, stante l’incremento nell’utilizzo delle nuove tecnologie da parte di chi ha superato i 65 anni. Durante il convegno di Orvieto cercheremo di parlare di tutto questo e di offrire anche soluzioni concrete».

Il convegno All’iniziativa di lunedì 16 dicembre, moderata dal giornalista Antonello Romano si confronteranno relatori ed esperti: ci saranno interventi di alcuni poliziotti e dirigenti sindacali Mosap come Francesca Napoletti, Raffaele Quattranni e Annarita Bececco. I lavori saranno aperti dal sindaco di Orvieto Roberta Tardani e dal segretario nazionale Mosap Roberto Fioramonti. Le conclusioni verranno affidate a Fabio Conestà, segretario generale del Mosap.

I commenti sono chiusi.