Quantcast
sabato 8 maggio - Aggiornato alle 01:00

Coronavirus, 30 aprile senza pioggia ma carri fermi ai box: Cantamaggio dei balconi

In serata speciale tv e diretta radio tra passate edizioni e Carrucci. Terni addobba cortili e terrazzi, omaggio Popoli e Religioni

di Marta Rosati

Niente assembramenti, niente pubblico, niente show: dopo 123 edizioni, il Cantamaggio di Terni è costretto ad uno stop.

Carri di maggio Lo scorso anno, lo ricorderete, il Cantamaggio fu a rischio sino all’ultimo secondo quando poi si decise di sfilare sfidando la pioggia. E in genere ogni anno, il 30 aprile, su Terni, qualche goccia cade sempre. Nella vigilia del maggio 2020, invece, ironia della sorte, la Conca si è svegliata col sole; a guardare le previsioni, andrà a dormire col cielo altrettanto sereno. Ciononostante, i carri di maggio resteranno fermi ai box per colpa del Coronavirus, ma il segno della tradizione sarà apprezzabile ai balconi e in tv. Terni ha infatti risposto all’appello del presidente dell’Ente Cantamaggio Maurizio Castellani di addobbare cortili e terrazze, l’organizzazione di contro ha promesso che entrerà nelle case dei ternani e lo farà: in programma uno speciale tv in onda su Tele Terni e Tele Galileo a partire dalle 21 con interviste, ricordi di storici maggiaioli scomparsi, recitazione di poesie, canzoni e testimonianze. E dei carri allestiti cosa ne sarà? «Non appen sarà possibile – dichiara Castellani a Umbria24 – torneremo tra la nostra gente anche con quelli».

Gente Cantamaggio Parallelamente al cosiddetto programma ufficiale della kermesse, su Radio Passeggiata a partire dalle 20.30 ne sentiremo e vedremo delle belle: prevista la sfilata di 90 carrucci su altrettanti tavoli da cucina, nonché nuove e più moderne versioni di storici brani del Cantamaggio e poesie in dialetto. Questo il manifesto del collettivo ‘Gente Cantamaggio’ che ha raccolto contributi anche dal Canada.

Popoli e Religioni Come noto anche il Terni Film Festival in attesa di conoscere il suo destino sempre per via del Coronavirus, promuove una versione virtuale: online per condividere con i suoi amici e i suoi spettatori gli ultimi giorni di quarantena. «Il futuro è ancora incerto – spiega il direttore artistico Arnaldo Casali – non sappiamo quando potremo tornare al cinema e in quali condizioni. Ma mentre lavoriamo per far prendere forma all’edizione 2020, per la prima volta abbiamo deciso di organizzare un evento online che ci permette di rivivere e commentare tutti i momenti più belli dell’edizione 2019». Il 30 aprile il Festival celebra a modo suo il Cantamaggio con una puntata che vedrà ospite l’attore ternano Riccardo Leonelli e proporrà il concerto di musiche folk di Lucilla Galeazzi e il coro Canti Eterni. Sempre il 30 aprile il Seminario filosofico online propone invece il secondo incontro – anch’esso in diretta streaming – con Arnaldo Colasanti. I video sono tutti realizzati da Luca Mannaioli, mentre la “regia” delle dirette si avvale della piattaforma StreamYard. E’ possibile intervenire in diretta (basterà fare un commento su facebook e si riceveranno le coordinate per raggiungere in video lo ‘studio virtuale’). Sono previsti collegamenti anche con i partner internazionali del Terni Film Festival per confrontarsi anche sulle modalità con cui gli altri paesi stanno gestendo l’emergenza Coronavirus.

I commenti sono chiusi.