Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 28 maggio - Aggiornato alle 18:38

Super green pass, prime dosi: in sette giorni +50%. Umbria chiede altri 88 sanitari per i vaccini

Confronto tra la settimana precedente il via libera alla misura e quella successiva. Terze dosi, quasi 4 mila nelle ultime 24 ore

©Fabrizio Troccoli

di Chiara Fabrizi

Il super green pass sembra spingere alla vaccinazione anti Covid-19 chi finora gli aveva girato alla larga. Sì, perché a una settimana dal via libera al nuovo decreto del Governo, che entrerà in vigore dal prossimo 6 dicembre, in Umbria si registra un deciso aumento della richiesta di prime dosi.

Prime dosi: quasi 50 per cento in più In particolare, secondo i dati forniti dall’autorità sanitaria ed elaborati da Umbria24, nella settimana che va dal 18 al 24 novembre, ossia al giorno in cui il Consiglio di Ministri ha annunciato l’introduzione del certificato verde rafforzato, nella regione erano state somministrate 1.656 prime dosi, con una media quotidiana di 236 dosi, mentre dal giorno seguente e per la settimana successiva, ossia dal 25 novembre a oggi primo dicembre, le persone che si sono fatte avanti per iniziare il ciclo di protezione sono state 2.452, con un media giornaliera di 350.

Effetto super green pass Un’accelerazione che in termini percentuali vale il +48 per cento di vaccinati con prima dose, verosimilmente convinti dalle misure restrittive in arrivo per chi non è vaccinato. Loro dal 6 dicembre, infatti, non potranno più accedere a diversi luoghi di socialità, dai cinema ai teatri fino alle palestre e ai ristoranti al chiuso. Sarà da capire, comunque, se gli effetti del super green pass sui no vax si consolideranno nei prossimi giorni e in quelli successivi all’entrata in vigore della misura o se, dopo l’impennata, si tornerà a somministrare in media meno di 250 dosi al giorno.

Campagna vaccinale in Umbria L’aggiornamento quotidiano della campagna vaccinale in Umbria, poi, segnala quasi 4 mila somministrazioni di terze dosi di vaccino Covid nelle ultime 24 ore, precisamente 3.985, che hanno portato gli umbri protetti col richiamo a 109.587 con una copertura del 13,6 per cento della popolazione. Per quanto riguarda i vaccinati con prima dose, invece, si è arrivati a 695.055, ossia l’86,06 per cento, mentre con seconda dose 684.172, pari all’84,07 per cento.

La richiesta Intanto mercoledì la Regione ha richiesto al commissario Francesco Paolo Figliuolo l’invio in Umbria di 88 sanitari per potenziare l’operatività dei punti vaccinali, senza così impegnare altre risorse del sistema sanitario. In particolare sono stati richiesti 38 medici, 48 infermieri e due assistenti sanitari da destinare ai punti vaccinali territoriali, «con l’obiettivo di continuare a garantire – spiega la Regione – l’apertura dei centri per l’intera giornata e sette giorni su sette». «Con questa soluzione – sostiene l’assessore alla Sanità Luca Coletto – si eviterà di distaccare personale delle aziende sanitarie, mantenendolo impegnato nell’erogazione di prestazioni ospedaliere e ambulatoriali, in modo da non incidere ulteriormente sulle liste di attesa».

@chilodice

I commenti sono chiusi.