giovedì 19 settembre - Aggiornato alle 04:46

Da Terni a Orvieto 3,6 milioni di lavori nelle scuole della Provincia

Fondi nazionali per sicurezza edifici e fondi Regionali. Presidente Lattanzi interviene su nuove commissioni consiliari

Cronoprogramma dei lavori già impostato: l’amministrazione della Provincia di Terni informa che nei primi mesi del 2020 partiranno una serie di interventi in numerosi plessi scolastici del territorio. L’importo dei lavori supera i 3 milioni e 600mila euro, in buona parte derivanti da fondi nazionali per la sicurezza delle scuole, circa 3 milioni, il restante da fondi regionali Por Fesr.

 

Lavori nelle scuole Con il fondo da 3 milioni si procederà a interventi di adeguamento alle normative sulla sicurezza, di miglioramento degli impianti e di messa in sicurezza di parti non strutturali. Le scuole interessate saranno a Terni l’ITT, il Tacito, il Metelli, il Galilei e l’ex ITG. Ad Orvieto invece i lavori interesseranno l’Ipsia e a Narni e Amelia i rispettivi poli scolastici. Oltre 650mila euro di fondi regionali sono dedicati invece all’efficientamento energetico del Tacito e del Galilei di Terni (lavori già partiti) con, nello specifico, interventi sui controsoffiti, le lampade e gli infissi. Nel corso del 2020 poi la provincia procederà ad altri lavori in tutte le scuole sempre per mantenere in ottimo stato gli edifici che ospitano le scuole stesse, sia dal punto di vista dell’antisismica che da quello della sicurezza, dell’impiantistica e dell’efficientamento energetico, potendo anche intervenire sull’impiantistica sportiva, in particolare le palestre per venire incontro al mondo dello sport. «L’obiettivo prioritario – spiega il presidente della Provincia Giampiero Lattanzi – è quello di garantire a studenti, insegnanti e famiglie un luogo sicuro, accogliente e moderno dove poter svolgere nel modo migliore le attività didattiche e dove poter vivere la scuola come un momento formativo ma anche educativo».

Commissioni Provincia Lo stesso presidente Lattanzi è intervenuto anche sul recente voto del consiglio provinciale: «Con la ricostituzione delle commissioni consiliari siamo oggi in grado di ridare piena operatività e dignità istituzionale al Consiglio provinciale dopo anni di difficoltà dovute alla legge di riforma delle Province italiane. Lo dichiara il presidente della Provincia di Terni e dell’Upi Umbria, Giampiero Lattanzi, a proposito del voto del consiglio che presiede: «Le nuove commissioni – sottolinea Lattanzi – sono il completamento di un percorso iniziato nella passata consigliatura. Un percorso avviato dalla presidenza della Provincia proprio per consentire al Consiglio di avere tutti i suoi organismi perfettamente funzionanti. L’obiettivo adesso è quello di accelerare sul piano delle attività politico-istituzionali e amministrative, a cominciare dall’approvazione del bilancio di previsione. Molte altre sono le tematiche che dovranno affrontare le commissioni – prosegue Lattanzi – soprattutto alla luce del percorso che l’Upi nazionale e le Province italiane avevano avviato recentemente per ridare agibilità finanziaria agli enti e restituire loro operatività effettiva per la gestione di servizi essenziali al cittadino. Un iter – conclude – che speriamo possa proseguire anche con il futuro governo, dal quale ci si aspetta continuità e coerenza con il recente passato, per ridare slancio ad un organismo previsto in Costituzione e molto importante per le nostre comunità».

I commenti sono chiusi.