Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 6 dicembre - Aggiornato alle 15:54

Covid, in Umbria Rt torna sopra a uno. Coletto: «Massima attenzione, non abbassiamo la guardia»

Il valore dell’indice si attesta a 1,36 contro lo 0,94 della scorsa settimana. Quattro contagi e un ricovero nelle ultime 24 ore

Operatori sanitari al lavoro a Pantalla (foto Fabrizio Troccoli)

di Chia.Fa.

È tornato sopra a uno in Umbria ma si mantiene ancora al di sotto della media nazionale il valore dell’indice Rt. A riferirlo, lunedì nel corso della conferenza stampa in cui è stato affrontato il tema dei conti della sanità, è stato l’assessore Luca Coletto. L’indice si attesta a 1,36 contro lo 0,94 della scorsa settimana, mentre la media nazionale è dell’1,50.

«SANITÀ, OTTENUTO PAREGGIO DI BILANCIO»

Massima attenzione «Anche se ci manteniamo sempre sotto a quella che è la media italiana – ha detto – c’è comunque sempre massima attenzione nei confronti del Covid e della variante Delta in particolare». Per l’assessore non va quindi «abbassata la guardia» ma allo stesso tempo, ha detto, «non dobbiamo nemmeno terrorizzare il turista che viene in Umbria». Coletto ha sottolineato che «abbiamo circa 600 dosi disponibili per turisti che devono fare la seconda somministrazione, e quindi possono venire in estrema sicurezza perché in Umbria il turista può essere vaccinato e curato con attenzione. Riusciremo a soddisfare tutte le situazioni che si presentano».

COVID, DATI SETTIMANALI: SI FERMA LA DISCESA

Bollettino Per quanto riguarda invece il bollettino delle ultime 24 ore, come ogni lunedì si parla di numeri bassi anche a causa del minor numero di tamponi che vengono processati la domenica. Dopo una settimana in cui, per la prima volta, i casi sono aumentati rispetto ai sette giorni precedenti, nelle ultime 24 sono quattro i nuovi contagi trovati a fronte di 492 tamponi, con un tasso di positività che si attesta allo 0,8% (625 gli attualmente positivi). Da registrare anche l’aumento dei ricoveri, da 8 a 9, dei quali sempre uno rimane in terapia intensiva. Quanto ai decessi, il totale dall’inizio della pandemia rimane fermo a 1.424.

I commenti sono chiusi.