Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 6 agosto - Aggiornato alle 00:10

Covid, in Umbria ampliato il nucleo epidemiologico: i nuovi membri. Dentro anche Dario

Cambia la composizione sulla scorta dell’aumento dei contagi registrato in questi giorni e dopo alcuni avvicendamenti all’interno della macchina regionale

La Microbiologia di Perugia (©Fabrizio Troccol)i

di Dan.Bo.

Sulla scorta dell’aumento dei contagi registrato in questi giorni e dopo alcuni avvicendamenti all’interno della macchina regionale, cambia la composizione del Nucleo epidemiologico che, dal marzo 2020, ha l’obiettivo di raccogliere dati e informazioni e proporre misure di contenimento del nuovo coronavirus; un organismo da non confondere con il comitato tecnico-scientifico, anch’esso costituito ormai da un anno e mezzo. Del primo fanno parte il professor Fabrizio Stracci (direttore della Scuola di specializzazione in Igiene e Medicina preventiva dell’Università), il dottor Francesco Di Macio, la dottoressa Michela Caricato (entrambi fanno parte della scuola diretta da Stracci), Fortunato Bianconi (esperto in Bioingegneria elettronica e informatica e amministratore unico di Umbria digitale) e Stefania Prandini (dirigente medico igienista della Usl Umbria 1).

SANITÀ, È STATO DI AGITAZIONE: SINDACATI NON ESCLUDONO SCIOPERO

IL BOLLETTINO: ALTRI 77 CASI

Le novità Dopo alcuni mesi le funzioni e la mission del nucleo sono cambiate e ciò ha comportato l’ingresso di altre figure come la biologa della Regione Anna Tosti, Simona Carosati e Carla Bietta della Usl 1, Marco Cristofori ed Enrica Ricci della Usl 2 che, a vario titolo, si occupano di monitoraggio, contact tracing, invio dei dati e altro ancora. Con l’addio di Claudio Dario alla direzione della sanità regionale e l’arrivo di Massimo Braganti, il neo direttore entra a far parte del nucleo insieme a Dario, che rimane il referente della Conferenza delle Regioni per quanto riguarda la cabina di regia che si occupa del monitoraggio. Oltre ai già citati entrano Barbara Gamboni, responsabile per la Regione del Servizio Gestione flussi del sistema informativo sanitario e sociale, Gabriella Madeo (in forze alla Usl 1 ma assegnata alla Regione), Iginio Fusco Moffa (responsabile del Servizio Igiene e sanità pubblica della Usl 1) ed Eleonora Giannini del Dipartimento Prevenzione della Usl 2.

Twitter @DanieleBovi

I commenti sono chiusi.