Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 6 febbraio - Aggiornato alle 07:29

Covid, in Umbria 83 casi e due ricoveri. Terze dosi, prenotazioni raddoppiate

Il bollettino delle ultime 24 ore: nessun nuovo decesso, negli ospedali 58 persone. Stabili le intensive

Un punto vaccinale in Umbria

di Dan.Bo.

Sono 83 in Umbria i contagi da nuovo coronavirus registrati nelle ultime 24 ore, 21 in meno rispetto alla giornata precedente. Ottantacinque invece i guariti, per un numero di attualmente positivi che rimane stabile a 1.654. I nuovi casi sono stati trovati analizzando 2.407 tamponi molecolari e 8.056 test rapidi antigenici, per un tasso di positività sul totale che si attesta allo 0,8 per cento. Nessuna variazione invece per quanto riguarda i decessi (1.482 dall’inizio dell’emergenza sanitaria), mentre sono due in più i ricoveri (da 56 a 58) dei quali sempre sette in terapia intensiva. In particolare, 30 persone si trovano all’ospedale di Terni e 28 in quello di Perugia. Poco meno di 1.600, infine, il numero di quelle in isolamento contumaciale.

L’incidenza Per quanto riguarda l’incidenza, secondo l’ultimo monitoraggio della cabina di regia nazionale sono 19 le regioni in cui si registra un’incidenza superiore ai 50 casi ogni 100 mila abitanti, limite oltre il quale il tracciamento dei casi diventa molto difficile. In Umbria il dato è pari a 68,6, mentre i livelli più alti si toccano in provincia di Bolzano (458) e in Friuli (346), che già da lunedì sarà in zona gialla, Valle d’Aosta (265,5) e Veneto (226).

La campagna vaccinale Per quanto riguarda invece l’andamento della campagna vaccinale, nelle ultime 24 ore sono state 6.108 le prenotazioni per la terza dose (in crescita rispetto alle 5.744 di giovedì), per un totale di 42.996. Nel complesso, i vaccinati con terza dose sono 92.545, pari all’11,5 per cento della popolazione vaccinabile. Appena 341 invece le prime dosi: al momento sono 693.191 gli umbri che hanno ricevuto almeno la prima, pari all’85,8 per cento, mentre l’84,4 ha completato il ciclo.

Coletto L’assessore alla Sanità Luca Coletto in una nota sottolinea come in due giorni le prenotazioni per le terze dosi siano raddoppiate, passando dalle 17.105 di mercoledì alle 35.470 di venerdì, mentre per le prime da 43 a 147. «Un dato confortante questo – secondo Coletto – che dimostra come i cittadini umbri abbiano compreso l’importanza della vaccinazione a tutela della propria salute e dell’intera comunità». «Il 5 e il 12 dicembre – ricorda infine l’assessore – sono stati programmati due vaccine day e in queste ore la Regione sta predisponendo le agende aumentando l’offerta di posti disponibili, mentre con i direttori dei distretti sanitari si stanno valutando modalità di accesso ai punti vaccinali – tra prenotazione e accesso libero – per venire il più possibile incontro alle esigenze dei cittadini ed evitare sovraffollamento».

Fasce d’età Venendo alle fasce d’età, secondo l’ultimo report del governo nel corso dell’ultima settimana per quanto riguarda prime e seconde dosi sono stati fatti solo lievi passi in avanti. Al momento la fascia per la quale si registra la copertura completa più bassa è quella dai 12 ai 19 anni, con una percentuale passata dal 66,8 al 67,3 per cento e poco meno di 500 prime dosi. Un centinaio invece quelle tra 40 e 49 anni, con una copertura che ha raggiunto l’82,4 per cento. Fra i trentenni invece la percentuale ha raggiunto l’81,5 per cento e fra i ventenni l’83,2 per cento. Percentuali vicine o superiori al 90 per cento invece 50enni e ultra 60enni.

I commenti sono chiusi.