Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 6 febbraio - Aggiornato alle 07:28

Covid, analisi settimanale: muore 66enne a Terni, in Umbria rallenta la crescita del contagio

Negli ultimi sette giorni 825 casi contro i 734 di quelli precedenti. Nei reparti 30 persone

©Fabrizio Troccoli

di D.B.

Risale al livello del 20 giugno il numero delle persone ricoverate in Umbria a causa del nuovo coronavirus. Secondo l’ultimo bollettino della Regione nei reparti degli ospedali ci sono 30 ricoverati, quattro in più rispetto alle 24 ore precedenti e otto in più rispetto a lunedì scorso. A Terni, nel pomeriggio, si è registrato purtroppo il decesso di una 66enne affetta da gravi patologie. «È morta – riferisce l’ospedale cittadino – in seguito all’aggravarsi della sua condizione clinica caratterizzata da gravissime polipatologie. La donna soffriva di insufficienza renale cronica e di diabete, con una grave forma di vasculopatia, che aveva portato anche all’amputazione di entrambi gli arti inferiori. Arrivata in ospedale per una complicazione correlata alle sue già gravi patologie di base, è risultata positiva al covid. La direzione del Santa Maria esprime vicinanza ai familiari della donna».

UMBRIA, INCIDENZA SOTTO LA SOGLIA MA RICOVERI LONTANI DAL LIMITE

Bollettino Per quanto riguarda invece i contagi, come ogni lunedì si parla di numeri piccoli se confrontati a quelli dei restanti giorni della settimana: 31 i contagi trovati analizzando 500 tamponi, con un tasso di positività pari al 6,2% (1.002 invece i test rapidi antigenici effettuati). Il numero degli attualmente positivi sale così a quota 2.068, 13 in più rispetto alla giornata precedente. Da oltre un mese, inoltre, non si registrano decessi, con il totale che rimane fermo a quota 1.424. Diciotto, infine, il numero delle persone guarite nell’ultimo giorno, mentre sono 2.038 quelle in isolamento.

VACCINI, IN UMBRIA 28% DEI 30-59ENNI SENZA PRIMA DOSE

Analisi settimanale Allargando l’analisi alle ultime settimane, in quella che si è appena chiusa i numeri parlano di un rallentamento della crescita dei casi: in quella dal 2 all’8 agosto infatti sono stati registrati 825 nuovi casi, quasi centro in più rispetto a quella dal 26 luglio al primo agosto, quando i contagi sono stati 734; dal 19 al 25 luglio, invece, i casi sono stati 549.

Twitter @DanieleBovi

I commenti sono chiusi.