Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 27 gennaio - Aggiornato alle 14:54

Covid-19: superato il picco di contagi in 24 ore del febbraio scorso, ma in ospedale c’erano 523 persone oggi 65

Record tra test e tamponi con oltre 18 mila esami. L’esercito dei positivi supera quota 4 mila

La rianimazione di Terni-©Fabrizio Troccoli

di Chiara Fabrizi

Quasi 500 nuovi casi di Covid-19 in 24 ore e un altro morto, che fa salire a 1.499 il bilancio delle vittime. Vola il contagio del virus in Umbria dove si registra l’ennesimo significativo balzo in avanti degli attualmente positivi, che sfondano il numero dei 4 mila, attestandosi precisamente a quota 4.130. Continua a crescere, poi, anche il numero dei ricoverati, anche se l’aumento e i numeri assoluti restano ancora contenuti, specie se confrontati coi picchi di novembre 2020 e febbraio 2021.

VACCINI FINO A MEZZANOTTE IN QUATTRO CENTRI DELL’UMBRIA

Il confronto In particolare, il bollettino odierno segnala in Umbria 498 nuovi positivi a fronte di 96 guariti: il livello di contagio delle ultime 24 ore supera il bilancio giornaliero del 12 febbraio scorso, quando si è toccato il picco con il numero massimo di casi in 24 ore che è stato 494. Tuttavia, quel giorno di dieci mesi fa si contavano 7.878 attualmente positivi a fronte dei 4.130 attuali e, soprattutto, in ospedale erano ricoverate 523 persone di cui 84 in terapia intensiva, mentre oggi i pazienti nei reparti Covid-19 sono 65di cui 9 in terapia intensiva. I 498 nuovi positivi delle ultime 24 ore, invece, sono distanti dal picco del giornaliero del contagio del 12 novembre 2020, quando in 24 ore sono stati scoperti 783 nuovi contagi: pure tredici mesi fa il quadro era differente, perché gli attualmente positivi erano 10.789, mentre negli ospedali erano ricoverate 444 persone di cui 75 in terapia intensiva.

Bollettino 21 dicembre Umbria I 498 nuovi casi di Covid-19 segnali nel bollettino del 21 dicembre 2021 sono emersi all’esito di 18.291 tra test (14.051) e tamponi (4.240), che rappresentano di gran lunga il maggior numero di esami processati in 24 ore. In questo quadro, Federfarma spiega che ieri 20 dicembre le farmacie associate dell’Umbria hanno effettuato 10.150 antigienici riscontrando 212 positivi ed entrambi i dati rappresentano la massima pressione gestita dalle farmacie dal 18 gennaio scorso ovvero da quando hanno iniziato a effettuare gli antigenici rapidi. Nelle ultime 24 ore, comunque, il tasso di positività in Umbria si attesta a 2,72 a fronte dell’1,68 di martedì scorso. La situazione negli ospedali resta sotto controllo, anche se già dal 20 dicembre l’Umbria per Agenas (agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) segnalava il raggiungimento della soglia del 10 per cento per i pazienti in Terapia intensiva, che martedì 21 dicembre sono comunque 9, come lunedì. Complessivamente, invece, i ricoverati sono 65, tre in più del giorno precedente.

I commenti sono chiusi.