domenica 31 maggio - Aggiornato alle 11:04

Covid-19, Umbria vicina al picco: contagi in ribasso. Inversione su ricoveri e Rianimazione

Sempre più solido il dato positivo in Umbria sul Coronavirus. Per la prima volta da incremento a decremento

© CDC - Unsplash-

di Maurizio Troccoli

Questa volta, ed è la prima, non si parla di incremento minore, ma di decremento. Ovvero rispetto al giorno prima non ci sono numeri in più, anche se in misura minore, ma numeri in meno. E’ il caso dei ricoveri e della Rianimazione con Coronavirus. La Curva dell’Umbria registra una solida tendenza in discesa.

VIDEO: OCCHIO A QUARANTENE TRAPPOLA

Vicini al picco Ormai da circa cinque giorni il dato è sempre più incoraggiante. Anche se ci sono oscillazioni negative, come quella sui decessi. Quando sono le 8 di martedì 31 marzo i contagiati passano da 1.051 a 1.078, facendo registrare un incremento del solo 2,5%, ieri, lunedì era del 2,7%. Mentre il numero dei morti sale a 37 (tre provenienti da fuori regione), con quattro decessi nelle ultime 24 ore (un triste +12,1%) in un giorno.

INTERATTIVO: LA MAPPA COVID DELL’UMBRIA

Ricoveri Incoraggiante è invece il dato dei ricoveri: per la prima volta parliamo di decremento, si passa da 220 a 219, un ricovero in meno quindi. Mentre in Rianimazione da 47 posti letto occupati si passa a 43, complice purtroppo anche il numero di decessi, oltre all’assenza di nuovi ricoveri in Terapia intensiva. Ulteriore ribasso anche sul dato delle quarantene che vede in osservazione 2.679 positivi, in calo rispetto al dato di lunedì del 6,4% (erano 2864).

Gli ultimi decessi Dei 37 decessi, 2 sono avvenuti all’ospedale di Terni il 30 marzo. Il primo è quello di  un uomo di 81 anni residente a Giano dell’Umbria (Pg). L’uomo dal 21 marzo era ricoverato al Mar (malattie apparato respiratorio / pneumologia) nell’area Covid. Il secondo decesso riguarda l’uomo (fuori regione) che nella notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo, con trasporto in biocontenimento, tramite elicottero, era stato trasferito a Terni dall’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Il paziente, giunto in condizioni critiche con una grave insufficienza respiratoria, è deceduto nel reparto di Rianimazione di Terni, poco prima della mezzanotte.

INTERATTIVO, LA CURVA DELL’UMBRIA

Bollettino zona per zona Dei 1.078 positivi i guariti sono 15, di cui nove residenti nella provincia di Perugia, sei in quella di Terni. Risultano, invece, 175 clinicamente guariti, di cui 119 residenti nella provincia di Perugia e 56 in quella di Terni. Tra i 1.078 pazienti positivi, 35 sono di fuori regione, 813 sono residenti nella provincia di Perugia e 230 in quella di Terni. Sono ricoverati in 219, 157 sono residenti nella provincia di Perugia e 51 in quella di Terni, 11 sono di fuori regione.

Distribuzione ricoveri I ricoveri nell’ospedale di Perugia sono 75, 57 in quello di Terni, 36 a Città di Castello, 40 a Pantalla, 5 a Orvieto, 6 a Foligno. Dei 212 ricoverati, 43 sono in terapia intensiva, 19 nell’ospedale di Perugia, 13 in quello di Terni, 6 a Città di Castello, 5 in quello di Orvieto. Le persone in osservazione sono 2.679: di questi, 1.941 sono nella provincia di Perugia e 738 in quella di Terni. Sempre alla stessa data risultano 4232 soggetti usciti dall’isolamento, di cui 3.383 nella provincia di Perugia e 849 in quella di Terni. Nel complesso entro le ore 8 del 31 marzo, sono stati eseguiti 8.679 tamponi.

I commenti sono chiusi.