Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 6 febbraio - Aggiornato alle 08:12

Covid-19, Umbria resta classificata a rischio basso. Ancora un decessso

Monitoraggio Iss-ministero Salute: tutta Italia nella stessa fascia con l’unica eccezione del Lazio a rischio moderato. Bollettino

©Fabrizio Troccoli

Umbria resta classificata a rischio basso. La conferma arriva venerdì mattina con il monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute all’esame della Cabina di regia che poi sarà illustrato nel corso della giornata. Come l’Umbria praticamente l’intero paese è classificato a rischio basso con l’unica eccezione che è rappresentata dal Lazio, che invece questa settimana è segnato a rischio moderato.

Umbria resta classificata a rischio basso Dal monitoraggio, poi, viene registrata il prosieguo della discesa, anche se in modo lieve, dell’occupazione dei malati di Covid nei reparti ospedalieri. Il tasso di occupazione in terapia intensiva continua a scendere e raggiunge il 5,1% (rilevazione giornaliera ministero della Salute), con una lieve diminuzione del numero di persone ricoverate da 516 (21 settembre) a 459 (28 settembre), mentre il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale diminuisce al 5,9 per cento, coi ricoverati in questi reparti che è in lieve diminuzione da 3.937 (21 settembre) a 3.418 (28 settembre). Continua a calare, questa settimana, anche il valore dell’incidenza dei casi , che si attesta a 37 casi ogni 100 mila abitanti (24-30 settembre) e risulta in linea con il dato rilevato giovedì in Umbria dal Nucleo epidemiologico regionale. Anche a livello nazionale, come in Umbria, resta stabile l’indice di trasmissibilità Rt: nel periodo periodo 8-21 settembre, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,83 (range 0,81 – 0,85), sotto della soglia epidemica e stabile rispetto alla settimana precedente quando aveva raggiunto il valore di 0,82. In Umbria l’Rt è stabile ma lievemente inferiore a quello nazionale, attestandosi a 0,78.

Bollettino Nelle ultime 24 ore l’Umbria registra un nuovo decesso per un totale di 1.449 accertati durante la pandemia. Sono 25 i nuovi casi su 6.300 tamponi (2.093  molecolari  e 4.207 antigenici) -, per una incidenza dello 0,39% (0,97% il giorno prima). Attualmente risultano  836positivi, 38 in meno di ieri. Risultano inoltre 50 ricoveri, 5 in più di giovedì, di cui 3 in terapia intensiva.

 

I commenti sono chiusi.