Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 8 dicembre - Aggiornato alle 10:18

Covid-19, Regione aggiusta tiro dopo protesta presidi: «Anche alle elementari stesse regole»

Eliminata la differenziazione tra contatti stretti e a basso rischio: in caso di positività tutti in isolamento fino al tampone

Una classe nel primo giorno di scuola dell'anno scolastico 2021-2022 (©Fabrizio Troccoli)

di Chiara Fabrizi

Dopo la protesta di oltre 100 dirigenti scolastici di scuole elementari dell’Umbria, la Regione aggiusta il tiro sul piano anti Covid-19 e parifica il protocollo da applicare in caso di positività in una classe delle primarie a quello già previsto per le secondarie.

Covid-19, anche alle elementari stesse regole Vincono la loro battaglia i presidi in servizio nei circoli didattici di quasi ogni comune del territorio che, nei giorni scorsi, con una lettera alla giunta regionale e alle autorità sanitarie avevano contestato duramente la differenziazione richiesta tra contatti stretti e a basso rischio nel caso in cui un alunno avesse contratto il virus, evidenziando come una simile distinzione non fosse applicabile alla didattica delle primarie. In questo senso va l’aggiustamento della Regione che ha eliminato la richiesta inizialmente prevista, omologando le procedure: anche alle elementari, dunque, nel caso in cui un alunno risulti positivo scatterà l’isolamento per l’intera classe, che dovrà essere sottoposta rapidamente a tampone, generalmente l’indomani, e in caso di negatività di tutti potranno tornare subito in classe, dopodiché a scopo precauzionale il tampone sarà nuovamente eseguito cinque giorno dopo.

@chilodice

I commenti sono chiusi.