Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 27 gennaio - Aggiornato alle 16:14

Covid-19: pronto alla riapertura l’hub vaccinale al Palatenda di Spoleto, ma non per i bimbi

A San Carlo e in ospedale le somministrazioni per i piccoli tra 5 e 11 anni

File il 20 dicembre per tamponi in via Manna

A Spoleto il 21 dicembre riapre l’hub vaccinale al Palatenda, ma non per i bambini.

Hub vaccinale al Palatenda A confermare la ripresa delle somministrazioni per gli adulti nella tensostruttura di via Laureti, chiusa dal primo novembre scorso, è direttamente la Usl 2 al termine di un’altra mattinata di passione per il traffico cittadino segnato da lunghe code (foto) di automobilisti in fila per il tampone in via Manna non distante dal Palatenda. Gli ingorghi, proprio per la vicinanza tra i due servizi Covid-19, potrebbero quindi non essere archiviati, ma sarà da capire se verranno annullate le modifiche alla viabilità varate a metà novembre per evitare di ingolfare viale Marconi.

Tamponi e vaccinazione pediatrica In ogni caso, dal 21 dicembre tutti i cittadini già prenotati per la vaccinazione dovranno recarsi al Palatenda, malgrado il sistema regionale continui a segnalare, ancora oggi 20 dicembre, le somministrazioni del farmaco anti Covid-19 in via Manna. Nella tensostruttura, per superare il freddo e l’inadeguatezza dell’impianto di riscaldamento, la Usl 2 ha allestito dei gazebo e composto tre spazi riscaldati per accogliere le utenze e i team vaccinali, composti da tre medici e cinque infermieri. Per quanto riguarda i bambini tra 5 e 11 anni, invece, la vaccinazione avverrà a San Carlo e all’ospedale di Spoleto. Resta, invece, in via Manna la postazione tamponi in modalità drive through per grandi e piccini.

De Fino e Sisti In una nota il direttore generale della Usl 2, Massimo De Fino, ha sostenuto che «la scelta di trasferire le attività vaccinali da via Manna e riaprire il Palatenda è dettato dall’esigenza di far fronte ai numeri del contagio in costante e preoccupante crescita, di spingere sulla somministrazione della terza dose e di migliorare la fluidità e l’accesso dei cittadini ai servizi anti Covid-19 attivi nel territorio». Secondo il vertice dell’azienda sanitaria, l’operazione permetterà, «grazie all’impegno e allo sforzo organizzativo dell’azienda sanitaria e di tutto il personale interessato, una gestione più efficace ed efficiente delle attività di monitoraggio ed esecuzione dei test e un’accelerazione della campagna di immunizzazione alla popolazione». Dal canto suo il sindaco Andrea Sisti ha ribadito che Spoleto, e non solo, è in una «fase molto delicata in cui dobbiamo tutti collaborare per cercare sia di aumentare la percentuale di popolazione con copertura vaccinale, sia di continuare ad avere comportamenti corretti per limitare al massimo il diffondersi del virus».

I commenti sono chiusi.