Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 27 gennaio - Aggiornato alle 15:47

Covid-19, anche in Umbria leggermente ridotta aspettativa di vita. Bollettino 7 settembre

Pandemia e forte aumento del rischio di mortalità che ne è derivato ha interrotto il trend positivo registrato fino al 2019

©Fabrizio Troccoli

di Chiara Fabrizi

Scivola da 84 a 83,3 anni la speranza di vita alla nascita in Umbria, dove al pari della linea la diffusione della pandemia da Covid-19 e il forte aumento del rischio di mortalità che ne è derivato ha interrotto il trend positivo registrato fino al 2019. Le stime elaborate da Istat sono contenute nel rapporto Benessere equo e sostenibile dei territori, riferiti alle province e alle città metropolitane italiane.

MEDIALAB: SPERANZA DI VITA NELLE REGIONI

In Umbria leggermente ridotta aspettativa di vita In questo senso, emergono anche i dati delle due province: a Perugia l’aspettativa di vita si è ridotta da 84,4 anni del 2019 agli 83,6 del 2020, con quella maschile diminuita da 82,4 a 81,4 anni, mentre quella femminile da 86,5 a 86; nella Conca, invece, la flessione della speranza di vita alla nascita è scivolata da 83,5 a 82,9 anni, con quella maschile passata da 81,3 a 80,8 anni e quella femminile da 85,7 a 85.  Flessioni ben distanti da quelle rilevate dall’Ista nelle province di Bergamo, Cremona e Lodi dove per gli uomini si è ridotta rispettivamente di 4,3 e 4,5 anni, seguite dalla provincia di Piacenza (-3,8 anni). Negli stessi territori ingenti anche le variazioni riscontrate tra le donne: -3,2 anni per Bergamo, -2,9 anni per Cremona e Lodi e – 2,8 anni per Piacenza. Siena è, invece, l’unica provincia italiana a non aver subito peggioramenti (83,7 anni sia nel 2019 che nel 2020).

Bollettino 7 settembre Dal bollettino del 7 settembre 2021 sulla diffusione del Covid-19 in Umbria si segnala un aumento del tasso di positività che, sui soli tamponi molecolari, passa da 2,9 di martedì scorso a 4,2 odierno. Il tasso cresce anche considerando pure i test antigienici, segnando oggi 1,29 e lo stesso giorno della scorsa settimana 1,29. In particolare, nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.450 tamponi e 5.600 test antigenici all’esito del quale sono emersi 104 nuovi casi di Covid-19, comunque un numero inferiore a quello dei guariti, che sono stati 120. In questo senso, scende ancora il livello de contagiati, che si attestano a 1.577, ossia 16 in meno di lunedì. Resta stabile, invece, la situazione negli ospedali dove si contano 57 ricoverati, senza variazioni rispetto alle 24 ore precedenti, di cui sei in Terapia intensiva, vale a dire uno in meno di lunedì.

@chilodice

I commenti sono chiusi.