Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 6 dicembre - Aggiornato alle 16:27

Covid-19: cinque morti e positivi in crescita. Varianti: inglese al 64%, brasiliana al 32%

Incidenza regionale sotto quota 150, Perugia si avvicina alla tripla cifra e Terni gira a 165. Tasso di positività in Umbria sui molecolari a 5 per cento

©Fabrizio Troccoli

di C.F.

Altri cinque morti tra Perugia, Terni, Assisi, Norcia e Nocera, con il bilancio delle vittime che torna a salire fino a 1.252. Cresce lievemente anche il numero degli attualmente positivi, che superano di nuovo quota 5 mila. Ma scende il numero dei ricoverati nei reparti Covid.

Cinque morti Questa la fotografia del bollettino Covid-19 in Umbria del 30 marzo 2021 che segna 186 nuovi casi a fronte di 3.677 tamponi e 3.148 antigienici: considerando solo i primi il tasso di positività si attesta a 5,05, mentre prendendo in esame anche i test si scende al 2,75 per cento.

Crescono i positivi Come detto, poi, si registra l’aumento dei positivi che tornano a 5.045, mentre lunedì erano 4.980 a causa del maggior numero di nuovi casi rispetto ai guariti, con quest’ultimi che si sono fermati nelle ultime 24 ore a 116.

Meno ricoverati Resta sempre elevata la pressione sugli ospedali dell’Umbria che nei reparti Covid contano 414 ricoverati, ossia 18 pazienti in meno di quanti se ne sono registrati lunedì, mentre non si registrano variazione sui positivi in grave condizioni e trattati nelle Terapie intensive, che restano 60.

Incidenza In Umbria l’incidenza di positivi ogni 100 mila abitanti si attesta a 144, con Perugia che gira intorno a 95 e Terni a 165, Città di Castello a 177, Foligno a 163 e Spoleto a 153.

Varianti L’Istituto superiore di sanità ha intanto pubblicato i risultati dell’ultima survey sulla presenza delle varianti. In Umbria sono stati 26 i tamponi positivi sequenziati sui quasi duemila nazionali. Ne sono risultati 16 riferibili alla cosiddetta variante inglese (B.1.1.7) pari al 64%, 8 alla variante brasiliana (P1) pari al 32% e uno di altro tipo di variante. Rispetto all’ultima rilevazione è in leggera discesa la prevalenza di variante brasiliana, che rimane comunque nella percentuale più alta d’Italia (sta salendo il Lazio col 20,5%). La variante inglese, invece, pur in aumento, vede l’Umbria all’ultimo posto tra le regioni: a livello nazionale è ormai all’86,7% cioè ha quasi totalmente sostituito il virus nella sua versione nota fino a qualche mese fa.

La mappa dei positivi Umbria 5.045 (+65), Fuori Regione 728 (+4), Terni 664 (-16), Perugia 523 (+40), Foligno 387 (-14), Città di Castello 308 (+7), Spoleto 272 (+3), Gubbio 184 (+9), Assisi 144 (+11), Bastia Umbra 135 (+2), Orvieto 120 (-1), Corciano 100 (+8), Umbertide 96 (+11), Amelia 89 (-4), Marsciano 87 (+3), San Giustino 82 (-3), Magione 79 (+11), Trevi 63 (-2), Todi 56 (+2), Norcia 56 (-1), Montefalco 53 (-4), Narni 48 (-5), Castiglione del Lago 44 (+7), Bettona 34 (-1), Spello 31 (-4), Nocera Umbra 29 (-3), Montecchio 29, Gualdo Tadino 28, Deruta 28 (-1), Gualdo Cattaneo 24 (+1), Città della Pieve 24 (+1), Cannara 24 (+4), Arrone 22 (-1), Bevagna 21 (-1), Torgiano 20, Stroncone 20 (-1), Castel Ritaldi 20 (+4), Passignano sul Trasimeno 18, Baschi 17 (-1), Giano dell’Umbria 16, San Gemini 15, Montecastrilli 15 (-1), Citerna 14, Piegaro 13, Porano 12, Panicale 12, Collazzone 12, Cascia 12 (-2), Tuoro sul Trasimeno 11, Scheggia e Pascelupo 11 (+1), Fossato di Vico 11 (+1), Monteleone d’Orvieto 9, Giove 9, Cerreto di Spoleto 9, Castel Giorgio 9, Valfabbrica 8 (+2), Sellano 8, Castel Viscardo 8, Campello sul Clitunno 8, Avigliano Umbro 8, Acquasparta 8 (-1), Parrano 7, Pietralunga 6, Massa Martana 6, Fabro 6, Calvi dell’Umbria 6, Valtopina 5, Guardea 5, Ficulle 5, Ferentillo 5 (+1), Paciano 4, Monte Santa Maria Tiberina 4 (+1), Monte Castello di Vibio 4, Allerona 4, Sigillo 3, Scheggino 3, Polino 3, Otricoli 3, Montone 3, Lugnano in Teverina 3, Fratta Todina 3, Alviano 3, Vallo di Nera 2, Attigliano 2 (-1), Sant’Anatolia di Narco 1, Preci 1, Penna in Teverina 1 (-1), Montegabbione 1, Lisciano Niccone 1, San Venanzo 0, Poggiodomo 0, Monteleone di Spoleto 0, Montefranco 0, Costacciaro 0.

I commenti sono chiusi.