Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 5 agosto - Aggiornato alle 22:14

Carenza di medici di famiglia, almeno 4 i Comuni già scoperti. Regione chiede altre 20 borse di studio

Dopo l’incontro dei giorni scorsi con la Fimmg Anci Umbria sta raccogliendo i dati tra i sindaci con l’obiettivo di avere una mappa completa

Un medico

Monte Santa Maria Tiberina, Montecchio, Baschi, Valtopina ma non solo. Dopo l’incontro dei giorni scorsi con la Fimmg, l’osservatorio interno di Anci ha iniziato a raccogliere i dati dei Comuni sulla carenza di medici di medicina generale. I quattro citati in apertura sono già scoperti mentre altri, come Bastia Umbra, hanno segnalato che in prospettiva ci saranno problemi a causa di imminenti pensionamenti. Anci continuerà ad analizzare i dati fino a fine luglio raccogliendo «il grido di allarme lanciato da molti sindaci sulla carenza di medici di base, soprattutto nelle aree interne». Una volta terminata questa operazione, con la mappatura completa Anci Umbria chiederà «che venga trovata una soluzione uniforme al problema che è oggettivo e che, prossimamente, con il pensionamento di altri medici di base potrebbe aggravarsi ulteriormente».

Più borse di studio Mercoledì intanto la giunta regionale ha formalizzato al Ministero della salute la richiesta di 55 borse di studio per la formazione in medicina generale. Nello specifico, rispetto ai 35 posti assegnati per il triennio 2021-24, già incrementati di sei posti rispetto agli anni precedenti, è stata avanzata un’ulteriore richiesta di 20 posti, recuperabili dalle borse di studio non assegnate ad altre regioni. «In tal modo – dice l’Assessore alla salute Luca Coletto – intendiamo ridurre il gap dovuto a una non adeguata programmazione lasciato dalle precedenti amministrazioni».

I commenti sono chiusi.