Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 9 agosto - Aggiornato alle 00:14

Cantieri, in Umbria lavori per 200 milioni nel 2022 lungo le strade: ecco mappa e tempi

Anas e Regione hanno fatto il punto sulla manutenzione: «Risorse mai viste. Ai cittadini chiediamo pazienza: disagi ridotti al minimo»

Un cantiere di Anas in Umbria (foto ©Fabrizio Troccoli)

di Daniele Bovi

Tra quelli in corso, quelli di imminente avvio e quelli in progettazione ammonta a quasi 800 milioni il valore dei cantieri lungo le centinaia di chilometri di strade di competenza di Anas in Umbria. Venerdì a Palazzo Donini è stato fatto il punto sulla manutenzione programmata per quest’anno nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei, l’assessore alle Infrastrutture Enrico Melasecche, il responsabile Anas Umbria Lamberto Nicola Nibbi e quello della gestione della rete regionale Andrea Primicerio.

VIDEO – GALLERIE PERUGIA-BETTOLLE, ANAS: «PROBABILI DISAGI, VA CAPITO COME TENERE APERTO IL TRAFFICO»

Disagi In tutto Anas tra E45, Perugia-Bettolle e statali gestisce 807 km dove, se si considerano anche i 262 milioni di lavori ultimati, il valore dei cantieri ammonta a più di un miliardo di euro. «Si tratta di risorse mai viste per l’Umbria – ha detto Primicerio – e chiediamo ai cittadini di avere un po’ di pazienza perché stiamo sviluppando molte cose. Cercheremo di organizzare lavori nel modo migliore e di ridurre i disagi». «Per completare tutti i lavori previsti in tempi accettabili – ha aggiunto Nibbi – è necessario un denso calendario di cantieri che comunque vengono avviati in modo scaglionato e graduale». Concetti sui quali hanno battuto sia Tesei che Melasecche: «I cantieri – ha detto la presidente – garantiranno sicurezza e sostenibilità; le difficoltà per gli automobilisti saranno ridotte al minimo».

PERUGIA-BETTOLLE, IL NODO DEI LAVORI NELLE GALLERIE

Il piano Gli interventi riguardano prevalentemente il risanamento profondo della pavimentazione fino a 65 centimetri, quello strutturale e il miglioramento sismico di ponti e viadotti, l’ammodernamento delle barriere di sicurezza, quello degli impianti tecnologici, la sostituzione della segnaletica e altre opere complementari. Per Anas la priorità è la E45, «lungo la quale – ha spiegato Primicerio – vogliamo garantire standard autostradali senza pedaggio». Dal 2016 sono in corso investimenti per 600 milioni: 157 riguardano lavori già ultimati, 112 quelli in esecuzione, 25 quelli di prossimo avvio mentre 317 quelli in progettazione.

E45 A fine anno saranno 270 in totale i km con nuovo asfalto, con la sostituzione di 55 km di spartitraffico di cemento (di nuova generazione, in grado di resistere agli urti senza spostarsi) e l’ultimazione di nove interventi su 50 (essenzialmente in Altotevere in provincia di Terni) per quanto riguarda il miglioramento sismico di ponti e viadotti. Complessivamente l’investimento per il 2022 vale 90 milioni di euro, con mediamente 12 cantieri attivi da Orte a San Giustino. In particolare, le aree interessate saranno quelle da Umbertide in su e da Acquasparta in giù.

Smart road Nel corso dell’anno poi saranno installate in Altotevere le tecnologie della Smart road, che guarda in prospettiva ai sistemi di guida autonoma. I pali neri che saranno montati garantiranno una connessione WiFi senza cadute, geolocalizzazione per fornire informazioni sulla viabilità, inviare soccorsi in modo rapido e preciso e monitorare attraverso i sensori la rete stradale. Nell’area della piastra logistica dell’Altotevere poi arriverà, con un investimento da 7 milioni, la prima «Green island», con strutture per la gestione del segnale della Smart road, colonnine per la ricarica delle auto elettriche e, in prospettiva, droni per il monitoraggio delle strade.

Raccordo Molto delicato il capitolo del Perugia-Bettolle, dove è stato completato il risanamento di 22 km. Quarantuno i milioni di investimenti previsti nel 2022 per rimettere a nuovo la galleria San Donato (a Passignano), sostituire 10 km di spartitraffico e per stendere altri 21 km di asfalto. Tra marzo e giugno i cantieri saranno a Corciano, Tuoro e Passignano, mentre tra luglio e ottobre si aggiungerà quello per la sostituzione del new jersey a Castiglione del Lago, che si concluderà entro la fine dell’anno così come quello nella San Donato. Interventi che, dove ci sarà risanamento profondo e asfalto drenante, dovrebbero durare un decennio.

Flaminia Sessanta i milioni di investimenti previsti per la Flaminia, dove sono in programma 20 cantieri. Nel tratto Terni-Spoleto sarà avviato il risanamento strutturale di cinque viadotti, l’allargamento stradale in corrispondenza dello svincolo di Montebibico, la riconfigurazione della viabilità nel centro abitato di Testaccio, la nuova rotatoria di Spoleto e il miglioramento dell’intersezione con ponte in muratura al km 122+800 e la riqualificazione dello svincolo di San Carlo, a Terni. Nel tratto tra Spoleto e Foligno invece proseguiranno i lavori di risanamento profondo della pavimentazione già partiti. Lo stesso varrà, tra giugno e novembre, per il tratto fra Rivotorto e Spello della 75 Centrale Umbra.

I commenti sono chiusi.