Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 8 maggio - Aggiornato alle 00:20

Buona qualità dell’aria da oltre un mese: Pm10, ultimi sforamenti a inizio marzo

Da inizio 2021 la centralina di Maratta a Terni ha già superato il valore limite della media giornaliera ben 33 volte

foto archivio

di M. R.

Nonostante la primavera, il livello delle temperature fatica ad alzarsi e in qualche caso si rende necessaria l’accensione dei riscaldamenti, ritenuti da fonti istituzionali, assieme al traffico veicolare, i principali vettori di inquinamento atmosferico. Ad ogni modo, nell’ultimo periodo, la qualità dell’aria ha fatto registrare un sostanziale miglioramento rispetto alla stagione invernale: gli ultimi sforamenti di Pm10 risalgono infatti alla prima settimana di marzo. Nel corso dello stesso mese, alcune centraline hanno segnato un valore da bollino rosso anche nella media progressiva annuale (oltre i 40 microgrammi per metro cubo), poi le concentrazioni di polveri sottili sono tornate pian piano sotto controllo. Tuttavia non è trascurabile come, a distanza di meno di quattro mesi dall’inizio del 2021, la centralina di Maratta, a Terni, abbia registrato già 33 superamenti del valore limite giornaliero: la soglia per un livello qualitativo dell’aria accettabile è di 35 nell’arco di un anno. Seguono le centraline ternane Le Grazie (20 sforamenti) e Borgo Rivo (18).

I commenti sono chiusi.