Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 6 febbraio - Aggiornato alle 07:55

Amelia, allarme Covid: addio eventi di Natale, via a didattica a distanza

Balzo dei positivi nell’Amerino: il presidente del consiglio comunale annulla la seduta ma provvedimenti restrittivi investono tutta la cittadinanza

Preoccupante aumento dei contagi nell’Amerino dove la sindaca annuncia ordinanza per limitare la diffusione del Covid: un provvedimento che annulla gli eventi di Natale e soaoende pure la didattica in presenza per le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale. Misure dunque sempre più restrittive dopo l’ordinanza che obbliga all’uso di mascherine all’aperto.

Amelia nella morsa del Covid Consultando il sito della Regione, ad oggi sono 110 le persone attualmente positive nel comune che risultano in isolamento contumaciale.  Per il momento il comune si è limitato a rinviare a data da destinarsi la seduta in presenza del consiglio Comunale prevista per oggi pomeriggio 14 dicembre. La comunicazione è arrivata a tutti i consiglieri e porta la firma del presidente Leonardo Pimpinelli.

La missiva «A causa dell’elevato aumento del numero dei contagi da Coronavirus segnalati dall’autorità sanitaria in data odierna – si legge nella lettera inviata ai consiglieri – e della necessità di assumere provvedimenti restrittivi su tutto il territorio comunale, si avvisa che il Consiglio Comunale di oggi 14 dicembre è rinviato a data da destinarsi».

La sindaca L’ultimo aggiornamento sulla situazione lo aveva fatto la sindaca Laura Pernazza sui suoi canali social e risale a domenica 12 dicembre in cui si attestavano 107 positivi, che sarebbero ora saliti a 110. Ma soprattutto annunciava che ieri lunedì 13 dicembre, nell’Amerino si sarebbero fatti 250 tamponi con possibili disagi dato il numero elevato. «sono numeri molto alti che stanno mettendo duramente alla prova il personale Asl ridotto a causa di positività e maternità» si legge nel post. «devo dire che dopo essere stati in zona rossa pensavamo di aver passato il peggio, invece il contagio così diffuso nelle scuole e i protocolli nazionali che non ci stanno aiutando stanno mettendo a dura prova tutto il sistema».

I commenti sono chiusi.