Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 5 agosto - Aggiornato alle 21:44

Alla Stranieri per i dipendenti dei Comuni umbri sconti sulle tasse e flessibilità nel seguire i corsi

Siglato mercoledì un accordo tra Anci e l’Ateneo guidato da Valerio De Cesaris

Toniaccini e De Cesaris

I dipendenti dei Comuni associati ad Anci Umbria potranno iscriversi ai corsi dell’Università per stranieri di Perugia con le modalità previste per gli studenti lavoratori. È questo l’elemento al centro della convenzione firmata mercoledì da Valerio De Cesaris, rettore dell’Ateneo, e dal presidente di Anci Michele Toniaccini. Grazie all’accordo i dipendenti, compresi quelli di Federsanità e Prociv, potranno seguire i corsi con maggiore flessibilità e con sconti sulle tasse di iscrizione. «Ulteriori, possibili articolazioni della convenzione – è stato detto mercoledì – si avranno entro la prima decade di settembre, quando tutti i sindaci umbri saranno chiamati a formulare un primo bilancio dell’iniziativa e a verificare la praticabilità di nuove forme di collaborazione con l’Ateneo».

La firma «Il protocollo – ha detto Toniaccini – sarà immediatamente operativo e porterà un duplice effetto: quello di consentire ai dipendenti comunali di intraprendere un percorso di studio universitario e quello di avere pubbliche amministrazioni con risorse umane più qualificate. La formazione è infatti il principale volano di sviluppo e di coesione». «Dobbiamo fare squadra per dare forza al sistema Umbria – ha commentato poi De Cesaris – in un momento in cui il territorio ha più che mai bisogno dell’efficace operatività delle istituzioni e in cui vi sono risorse utili per operare».

I commenti sono chiusi.