domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 10:50
20 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:31

‘Visita operativa’ del pg Fausto Cardella al generale Francesco Benedetto dei carabinieri dell’Umbria

L'Arma: «Cordiale lo spirito dell'incontro istituzionale a testimonianza del dinamismo e della volontà del magistrato di interpretare in maniera attiva e partecipata l’alta carica ricoperta»

‘Visita operativa’ del pg Fausto Cardella al generale Francesco Benedetto dei carabinieri dell’Umbria
Il pg Fausto Cardella e gli ufficiali dell'Arma

di En.Ber.

Visita «operativa» di cortesia del procuratore generale Fausto Cardella alla Legione carabinieri dell’Umbria. L’alto magistrato si è recato mercoledì in corso Cavour – riferisce una nota dell’Arma – «nel contesto di una collaborazione sempre più profonda e intensa con le forze di polizia». L’ex procuratore dell’Aquila, «rappresentante nei rapporti esterni dell’intero ufficio requirente del distretto», è stato ricevuto nella caserma con gli onori di rito dal generale Francesco Benedetto e dal colonnello Cosimo Fiore. «Particolarmente cordiale – spiegano i carabinieri – lo spirito della visita che si inserisce in una serie di incontri istituzionali a testimonianza del dinamismo e della volontà del dottor Cardella di interpretare in maniera attiva e partecipata l’alta carica ricoperta. Il magistrato – prosegue la nota – ha ricordato con piacere e con entusiasmo i diversi momenti della sua attività professionale e personale che lo hanno sempre visto vicino ai militari dell’Arma».

Il generale Il comandante regionale, generale Benedetto, nel ringraziare il procuratore generale per «la particolare sensibilità e il tangibile attaccamento dimostrato nei confronti delle Istituzioni regionali e, quindi, anche per i carabinieri, ha rivolto a Cardella le espressioni augurali più sincere per un proficuo e sinergico lavoro». L’ufficiale ha «confermato la più ampia e completa disponibilità dei carabinieri dell’Umbria a supportarlo nelle sue delicate e complesse funzioni di rappresentante della Procura generale presso la Corte d’Appello».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250