martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 14:06
14 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:56

Via all’installazione di localizzatori gps su 230 mezzi Vus: aggiudicato appalto da 130 mila euro

Dispositivi saranno installati su mezzi in servizio tra Spoleto, Foligno e Valnerina

Via all’installazione di localizzatori gps su 230 mezzi Vus: aggiudicato appalto da 130 mila euro
Mezzo Vus per raccolta rifiuti (foto Fabrizi)

di Chia.Fa.

Via all’installazione di localizzatori gps su oltre 230 mezzi della Valle Umbra Servizi. Aggiudicato nei giorni scorsi l’appalto per l’introduzione dei dispositivi che saranno forniti per i prossimi due anni da Telecom Italia che ha risposto, insieme a un’altra azienda, all’appalto pubblicato dalla multiservizi pubblica lo scorso gennaio.

Via all’installazione di localizzatori gps L’importo a base di gara era di 180 mila euro, ma è stato ribassato fino a 130 mila euro prevedendo anche la fornitura e la manutenzione del software che permetterà di gestire i localizzatori gps «per il controllo telematico dei veicoli utilizzati dai dipendenti». Nel dettaglio i mezzi Vus su cui saranno installati i localizzatori sono quelli in dotazione al settore Gestione reti e impianti di Spoleto, Foligno e Cascia, al settore Igiene urbana di Spoleto, Foligno e Norcia e serviranno per «migliorare il grado di sicurezza sul luogo di lavoro degli addetti alla guida dei veicoli attraverso segnalazioni di eventuali situazioni anomale o di emergenze, ma anche per migliorare il controllo del carburante utilizzato dai veicoli al fine di ottimizzarne i consumi e in via complementare anche per acquisire dati per migliorare la gestione dei servizi al fine di ridurre i costi dei servizi medesimi».

Aggiudicato appalto da 130 mila euro Dell’introduzione dei dispositivi gps si parla ormai da oltre un anno, ossia da quando nel giugno 2015 a invocarli era stato il sindaco Cardarelli dopo aver duramente stigmatizzato il comportamento degli operatori Vus deputati all’Igiene urbana «visti all’alba fermi con diversi mezzi – disse – a prendere il caffè in un bar di Spoleto». Lo stesso primo cittadino spiegò poi che contro la sperimentazione dei localizzatori su furgoncini e auto si erano scagliate duramente le organizzazione sindacali, che colsero la balla al balzo per reagire anche agli attacchi sferrati sui lavoratori, in particolare quelli relativi a trattamenti economici che Cardarelli definì «privilegiati». A distanza di un anno dal botta e risposta, Vus ha provveduto ad aggiudicare l’appalto da 130mila che introduce almeno per i prossimi due anni la geolocalizzazione dei mezzi e dei dipendenti.

Twitter @chilodice

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250