sabato 24 settembre 2016 - Aggiornato alle 22:55
7 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 14:48

«Vespe truccate, anni Sessanta, girano in centro sfiorando i 90…»: domenica il raduno a Perugia

Nel capoluogo umbro sono attesi centinaia di appassionati del leggendario scooter Piaggio. Arriveranno da tutta Italia. L'artista Alessia Tunesi realizza un grifo sulle due ruote

«Vespe truccate, anni Sessanta, girano in centro sfiorando i 90…»: domenica il raduno a Perugia

Parafrasando una nota canzone dei Lunapop, questa volta sembrerebbe proprio il caso di dire: ‘quanto è bello andare in giro per i colli perugini con le ali sotto i piedi…’. Domenica 11 settembre, infatti, nel capoluogo umbro sono attese alcune centinaia di appassionati del leggendario scooter Piaggio che, da molte regioni d’Italia, si ritroveranno per il decimo raduno nazionale ‘Il grifo sale in Vespa’. Organizzato dal Vespa club Perugia, l’evento è stato presentato in città stamani nella sala Rossa di palazzo dei Priori, dal presidente dell’associazione Andrea Sonaglia, alla presenza dell’assessore alla mobilità del Comune di Perugia Cristiana Casaioli.

Una grande passione «Questa – ha spiegato Sonaglia – è innanzitutto un’occasione per vivere in allegria e insieme a tanti amici la nostra grande passione. È però anche un modo per promuovere il territorio, le sue eccellenze enogastronomiche e le sue bellezze artistiche. Non a caso, il logo di questa edizione è stato realizzato da una bravissima artista locale, Alessia Tunesi, abituata a creare le sue opere con il cioccolato ma che per noi ha fatto un’eccezione disegnando un grifo in Vespa davvero bello». «Il raduno Vespa – ha commentato Casaioli, che ha rivelato di essere stata anche lei una vespista in passato – è un appuntamento che, ormai, potremmo definire storico. L’amministrazione è perciò felice di accogliere tra i suoi eventi più importanti questa manifestazione che registra un numero sempre maggiore di partecipanti e fa conoscere loro la città. La Vespa è anche un modo insolito di vivere Perugia poiché si possono osservare prospettive che magari in auto sfuggirebbero».

Un tour da 60 chilometri Per chi intende prendere parte al raduno, il ritrovo è previsto alle 8 alla concessionaria Piaggio ‘Ciao motori’ di Sant’Andrea delle Fratte per la colazione e l’iscrizione al tour che, nella sua versione completa, si svilupperà per circa 60 chilometri. Si partirà quindi alle 10 verso il centro della città. Attraversata Porta Pesa, piazza Grimana, piazza Cavallotti e via Maestà delle Volte si giungerà in piazza IV Novembre dove, ad attenderli per un saluto, i vespisti troveranno il sindaco Andrea Romizi.

«Sindaco mai salito in Vespa» «A quanto ne sappiamo – ha scherzosamente commentato Sonaglia –, il nostro primo cittadino non è mai salito in Vespa per cui esaudiremo il suo desiderio di poter fare un giro nel cuore dell’acropoli in sella a uno dei nostri veicoli più belli e particolari». Il gruppo si potrà quindi scindere tra chi intenderà visitare i monumenti e i luoghi simbolo della città e chi, invece, vorrà proseguire l’itinerario. Nella seconda opzione si toccheranno i paesi di San Fortunato della Collina, San Martino in Colle, Sant’Enea, Sant’Angelo di Celle, Santa Maria Rossa, San Martino in Campo e Sant’Andrea d’Agliano. Prevista poi un’ulteriore sosta con aperitivo a Ponte San Giovanni, nella sede centrale del Gruppo Grifo agroalimentare, sponsor dell’evento. La cooperativa umbra offrirà a tutti i partecipanti una visita allo stabilimento e una degustazione dei suoi principali e più tipici prodotti enogastronomici.

Storie da raccontare Il giro terminerà al ristorante ‘Buonenuove’ di Perugia per un pranzo tra tutti i vespisti. «Ogni famiglia italiana – ha concluso Sonaglia – ha un pezzo di storia di Vespa da raccontare. Chi non ha mai avuto almeno uno scooter in casa? Noi vogliamo tramandare questa tradizione, tutta italiana, anche alle nuove generazioni. Oggi contiamo 300 soci e alcuni tra i più vecchi hanno fatto della Vespa uno stile di vita, anche restaurando e conservando pezzi veramente unici».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250