giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 20:41
11 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 19:36

Vertice in prefettura per la visita di Papa Bergoglio: schedature di fedeli e tiratori scelti alla Porziuncola

Il Santo Padre arriverà a Santa Maria degli Angeli il pomeriggio del 4 agosto. Sopralluogo nei prossimi giorni della Gendarmeria vaticana. Sarà accolto da decine di migliaia di persone

Vertice in prefettura per la visita di Papa Bergoglio: schedature di fedeli e tiratori scelti alla Porziuncola
Papa Francesco (foto Fabrizio Troccoli)

di Enzo Beretta

Prima riunione operativa in Prefettura in vista della visita di Papa Francesco a Santa Maria degli Angeli. Stamani in piazza Italia i vertici istituzionali hanno affrontato alcune tematiche sull’evento che il 4 agosto vedrà impegnati almeno 200 agenti. Ci saranno poliziotti infiltrati tra la folla e tiratori scelti. Verranno schedati dalla Digos i parrocchiani delle varie diocesi che prenderanno parte all’evento. Si tratta di una «visita privata» alla Porziuncola ma Bergoglio attira sempre molti visitatori: allo stato è difficile ipotizzare quante decine di migliaia di persone saranno in Umbria ad accogliere il «pellegrino».

Incubo terrorismo Le misure di sicurezza saranno altissime considerato il pericolo Isis durante l’anno del Giubileo. Dello straordinario dispositivo faranno parte squadre antiterrorismo ed unità cinofile. Verranno bonificate strade ed aree, saranno passati al metal -detector zainetti e marsupi.

Il vertice All’incontro di stamani era presente il prefetto Raffaele Cannizzaro, il questore Carmelo Gugliotta (accompagnato dal capo di gabinetto della questura Francesco Barba), il comandante provinciale dei carabinieri Cosimo Fiore, il colonnello Dario Solombrino della guardia di finanza, l’ingegner Marco Frezza dei vigili del fuoco e il comandante provinciale del Corpo Forestale dello Stato, Paolo Lepore. Era presente anche il sindaco di Assisi, Stefania Proietti, il vicesindaco Walter Stoppini (ex poliziotto del commissariato assisano) e padre Rosario Gugliotta, il custode della Porziuncola.

«Schedatura» dei fedeli Tra le altre stamani si è affrontata la questione relativa al censimento dei fedeli: le varie parrocchie trasmetteranno alla questura una lista di nomi di coloro che attenderanno il Santo Padre nei luoghi di passaggio all’ingresso della basilica. La Digos svolgerà accertamenti e se durante le «schedature» non emergeranno problemi o segnalazioni pregresse verrà accettata la loro presenza.

L’atterraggio Papa Francesco atterrerà in Umbria giovedì 4 agosto, nel primo pomeriggio, per rimanere a Santa Maria degli angeli meno di tre ore. Massimo riserbo sul luogo dell’atterraggio: tra le ipotesi l’aeroporto di Perugia ma più realisticamente uno spazio nella zona di Assisi. Da quel momento, sia all’andata che al ritorno, il Pontefice verrà scortato dalla polizia. Papa Francesco sarebbe dovuto arrivare in Umbria il 2 agosto, la data in cui si celebra la «perdonanza» e ci si reca alla Porziuncola per ottenere l’indulgenza plenaria, ma l’appuntamento è stato rimandato al 4 per l’impegno in Polonia alla 31ma Giornata mondiale della Gioventù a Cracovia.

Gendarmeria vaticana E’ già fissato, intanto, per la prossima settimana, un sopralluogo della Gendarmeria vaticana nella nostra regione (la sicurezza ravvicinata del Papa è garantita da loro). Dopo un’altro vertice in Prefettura si terranno tavoli tecnici in attesa del grande evento.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250