lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 00:30
15 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 15:36

Università, Viterbo apre a Terni e al progetto Civiter: via alla collaborazione tra atenei

L'idea nel convegno dell'assessore Armillei con il prof renziano Clementi

Università, Viterbo apre a Terni e al progetto Civiter: via alla collaborazione tra atenei

di Massimo Colonna

L’università di Viterbo apre a Terni e al progetto Civiter. Questa l’indicazione che emerge dal convegno organizzato al PalaSì dall’assessore alla Pianificazione strategica del Comune di Terni Giorgio Armillei sul piano di Palazzo Spada che da tempo cerca di svilupparsi. Nota importante anche il marchio ‘politico’ dell’iniziativa: al tavolo infatti ha preso parte anche Francesco Clementi, renziano, professore di Diritto pubblico comparato all’università di Perugia, di stampo Partito democratico e da tempo vicino al premier Renzi. Proprio Clementi il 6 maggio scorso era sul palco del teatro Pavone insieme al ministro Maria Elena Boschi.

I professori Al tavolo del PalaSì erano presenti sei docenti di discipline diverse di quattro atenei: oltre a Clementi, Giulio Vesperini, professore di Diritto amministrativo dell’Università degli Studi della Tuscia, Mario Savino, anche lui docente di Diritto amministrativo dell’UniTuscia, Silvia Bolgherini, dell’università Federico II di Napoli, Maria Prezioso, che insegna Geografia economica a Tor Vergata e Cecilia Cristofori, sociologa dell’ateneo perugino. A coordinare la discussione l’economista della Sapienza Giuseppe Croce.

Civiter avanza Obiettivo dell’evento era quello di sviluppare gli obiettivi di Civiter, il progetto di pianificazione integrata tra le quattro amministrazioni di Civitavecchia, Viterbo, Terni e Rieti, approfondendo gli strumenti di governance dell’area vasta che rappresentano la cornice istituzionale di riferimento del programma. L’indicazione più rilevante a livello di gestione è stata quella fatta trapelare dall’intervento del professor Savino, secondo cui l’università di Viterbo sarebbe interessata ad aprirsi a Terni e allo stesso progetto Civiter. Un passaggio che potrebbe dunque rappresentare un primo spunto per un possibile futuro percorso più concreto, proprio sul fronte universitario, quello forse più discusso in questi giorni sia a Terni che a Perugia.

Parla l’assessore Negli altri interventi è stata messa in evidenza la necessità della creazione di una rete in particolare tra le città medio piccole, quelle che al momento secondo gli ultimi dati soffrono ancora per un eccessivo concentramento di economia e ricchezza nelle metropoli. «Molteplici gli intenti della giornata – ha spiegato Armillei – tutti tesi a sviluppare una riflessione sui temi della pianificazione territoriale integrata, analizzare le potenzialità del rapporto con l’area metropolitana romana, approfondire gli strumenti per rendere operativo il progetto Civiter, consolidare l’attenzione di studiosi e ricercatori di più atenei sulle potenzialità del progetto».

Twitter @tulhaidetto 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250