giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 12:10
24 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:54

Una nocciola che rilancia l’agricoltura: nasce a Perugia la ‘Tonda Francescana’

Inventata e brevettata nell'università perugina attira l'interesse del mercato: «E' economica e di facile coltivazione»

Una nocciola che rilancia l’agricoltura: nasce a Perugia la ‘Tonda Francescana’

Nasce all’università di Perugia, dove è stata brevettata, la nocciola ‘Tonda Francescana’ una varietà inventata qui e che si annuncia essere come una reale opportunità di impresa nel settore agricolo.

Il progetto Nasce dallo studio di ricercatori che hanno affrontato il progetto tenendo conto delle esigenze e delle indicazioni che provengono dal mondo dell’impresa. Particolarmente di quella dolciaria. Le piante inventate e realizzate nei laboratori dell’università di Agraria a Perugia hanno, secondo quanto spiegato dai ricercatori, la caratteristica di essere di facile coltivazione, «economiche» dal punto di vista della produzione e, in grado di offrire un prodotto agricolo sempre più richiesto dal mercato. All’appuntamento di martedì mattina all’università di agraria, sono state presentate oltre alle caratteristiche delle piante, le potenzialità del progetto e anche le tecniche di coltura e di risparmio sugli impianti. L’importanza dell’evento organizzato dal Dsa3 e dalla fondazione per l’Istruzione agraria, ha richiamato anche l’attenzione del rettore Franco Moriconi. Dai presenti al convegno è stata sottolineata la necessità innanzitutto di passare da una fase sperimentale  a una operativa, tenuto conto dell’attenzione che richiama il progetto, e anche della crescita del mercato delle nocciole che vede l’Italia secondo paese produttore al mondo dopo la Turchia.

Alcuni particolari Daniela Farinelli (la ricercatrice che insieme al Sergio Tombesi e a Mirco Boco ha inventato la nuova varietà di nocciolo) ha approfondito il tema dell’ammodernamento delle tecniche di coltivazione, sia in termini di sostenibilità che di abbattimento dei costi, attraverso accorgimenti quali la scelta del terreno in base alle esigenze della cultivar, le varie modalità di coltivazione e la previsione di siepi con funzione di ‘corridoi ecologici’.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250