martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 03:53
28 aprile 2016 Ultimo aggiornamento alle 19:11

Umbricellum, arriva il referendum abrogativo: parte la raccolta di firme

A lanciare l'iniziativa è il Comitato per la democrazia in Umbria. Sul tavolo anche una serie di proposte di modifica dell'attuale testo

Umbricellum, arriva il referendum abrogativo: parte la raccolta di firme
I membri del Comitato (foto U24)

Dalle aule di giustizia la battaglia sull’ormai famigerato Umbricellum, così come è stata ribattezzata la nuova legge elettorale regionale, si sposta nelle urne. Il Comitato per la democrazia in Umbria ha infatti deciso di intraprendere la strada del referendum, facendo partire allo scopo una raccolta firme contro «la legge elettorale più incostituzionale d’Italia». «Preso atto – spiega il Comitato – che il ricorso al Tribunale è destinato ad arrivare a conclusione non prima di qualche anno anche in virtù del pretestuoso ricorso della Regione presso le sezioni unite della Corte di Cassazione, il Comitato promuove una duplice raccolta firme per richiedere il referendum abrogativo parziale e per proporre all’Assemblea legislativa una legge di iniziativa popolare con lo scopo di eliminare dalla legge elettorale i noti vizi di incostituzionalità».

La proposta Per quanto riguarda la proposta di legge il Comitato vorrebbe la cancellazione del premio di maggioranza (12 seggi su 20 più il presidente), a oggi possibile senza la necessità di raggiungere una soglia minima; del cosiddetto ‘premio di minoranza’ in base al quale un seggio viene assegnato al candidato presidente che arriva secondo; la ‘riserva’ di un seggio per le liste che ottengono il 2,5 per cento purché alleate in coalizione e il riparto dei seggi in base ai voti conseguiti dai candidati presidenti anziché ai voti conseguiti dalle liste o coalizioni. La campagna di raccolta firme verrà presentata lunedì alle 10.30 nel corso di una conferenza stampa che si terrà alla sala Partecipazione di palazzo Cesaroni, sede del consiglio regionale. Parteciperanno i deputati Adriana Galgano (gruppo Scelta Civica), Filippo Gallinella e Tiziana Ciprini (Movimento 5 Stelle) e i consiglieri regionali Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari (Movimento 5 Stelle).

REFERENDUM COSTITUZIONALE, IL 6 ARRIVA MARIA ELENA BOSCHI

Volpi Nei prossimi giorni inoltre prenderà il via anche un’altra raccolta firme, stavolta per chiedere il referendum costituzionale sulla legge approvata in via definitiva il 12 aprile dalla Camera dei deputati. A darne notizia è il professor Mauro Volpi, a nome del Coordinamento per la democrazia costituzionale dell’Umbria. «Continuerà – spiega Volpi – anche la raccolta di firme per l’abrogazione dei due aspetti più negativi della nuova legge elettorale (Italicum): il premio di maggioranza con ballottaggio e i capolista bloccati. Invitiamo chi ha già firmato per i referendum abrogativi a sottoscrivere anche la richiesta di referendum costituzionale. I banchetti sono organizzati ogni fine settimana in piazza della Repubblica a Perugia e in pazza della Repubblica a Terni e in varie altre località dell’Umbria».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250