mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 00:21
3 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:58

«Umbria, una famiglia su due ha animali in casa». Rometti: «Legge così avanzata è segno di civiltà»

Il capogruppo dei socialisti in Regione definisce le modifiche al testo unico della Sanità «un importante passo avanti nelle politiche per la tutela degli animali da affezione

«Umbria, una famiglia su due ha animali in casa». Rometti: «Legge così avanzata è segno di civiltà»

Definisce le modifiche al testo unico della Sanità «un importante passo avanti nelle politiche per la tutela degli animali da affezione» Silvano Rometti, capogruppo dei socialisti, che insieme al consigliere Giacomo Leonelli nei mesi scorsi aveva presentato un disegno di legge organico sulla tutela degli animali da affezione. «Finalmente in Umbria esiste una legge avanzata sul benessere degli animali – dice Rometti -. Quella del 1994 imponeva un aggiornamento. Ora siamo arrivati ad un atto di civiltà per una questione che non è banale in quanto la metà delle famiglie umbre ne possiede almeno uno. Il nuovo testo normativo prevede aspetti legati all’affettività e alla vivibilità degli animali da affezione, insieme a tutele necessarie come espressione del livello di civiltà. Il rispetto degli animali riguarda il sentire e l’agire umano».

Il socialista: sono soddisfatto Aggiunge il consigliere regionale di SeR: «Sono soddisfatto. Mediante il testo unico, redatto anche grazie al sostegno dell’opposizione, abbiamo rafforzato i punti deboli della legislazione prevedendo interventi per la concreta tutela del benessere degli animali. Penso al fenomeno del randagismo, all’obbligo dei microchip da parte dei proprietari, ai comportamenti del veterinario di fronte ai sospetti avvelenamenti, al numero telefonico unico per emergenze, alle adozioni nei canili. Ciò che conta è il rapporto diretto tra l’animale e il padrone che decide di prendersene cura. Per rendere ancor più organico il nostro lavoro – conclude il socialista – abbiamo preso in considerazione le problematiche evidenziate dalle associazioni protezionistiche, animaliste e di volontariato dell’Umbria».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250