domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 19:22
23 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:50

Umbria, imprenditoria giovanile non brilla: Terni meglio di Perugia

Nella Conca le realtà guidate da under 35 sono 2.130 e rappresentano il 9,5%, nel capoluogo 6.065 pari all’8,3%: ecco i dati emersi dall'indagine Movimprese

Umbria, imprenditoria giovanile non brilla: Terni meglio di Perugia
La Camera di commercio di Terni

di Marta Rosati

In termini di imprenditoria giovanile l’Umbria non eccelle ma se la cava, l’andamento delle iscrizioni nel secondo trimestre del 2016 rivela infatti che tra le nuove nate il 31,4% sono imprese under 35 mentre si attesta al valore della media nazionale il dato delle cessazioni che nello stesso periodo ha raggiunto quota 16,7%.

Terni va meglio di Perugia La Conca è al 40esimo posto nella graduatoria nazionale, il capoluogo umbro solo 77esimo. In provincia di Perugia al 30 giugno 2016 lo stock di imprese guidate da giovani raggiunge 6.065 unità pari all’8,3% del totale delle imprese. Nel Ternano in valore assoluto sono 2.130 e rappresentano il 9,5 %. I dati emergono da Movimprese, l’indagine condotta da Unioncamere-infocamere sulla base del Registro delle imprese degli enti camerali.

Perugia Rispetto al primo trimestre del 2016, nel capoluogo si è registrato un ritorno all’espansione della base imprenditoriale giovane (+ 289 unità). Da aprile a giugno su base provinciale si sono iscritte 386 nuove imprese U35, pari al 31,8% di tutte le nuove iscrizioni.  Nello stesso periodo hanno chiuso 109 imprese giovani, ma il saldo è ampiamente positivo: +277. Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di commercio di Perugia commenta: «L’imprenditoria giovanile deve affrontare ancora oggi tante difficoltà, ma capacità e determinazione alimentano una tendenza che nel secondo trimestre di quest’anno riprende quota.  Sul totale delle nostre imprese, questa rappresenta l’8,3% del totale, siamo sotto la media nazionale che è del 9,6%  e 77esimi nella graduatoria delle 105 province italiane».

Terni Nella seconda città dell’Umbria le imprese U35 sono quasi il 10% del totale, ma resta forte il peso delle ditte individuali.  Agricoltura e commercio sono le attività che attirano di più i giovani imprenditori ternani: «Cerchiamo di stimolare nei giovani la via dell’impresa per costruirsi un futuro – sottolinea il presidente dell’ente camerale, Giuseppe Flamini – in questo quadro è nostro compito anche quello di impegnarci a far si che la strada da intraprendere sia più snella possibile. Puntiamo alla formazione del futuro imprenditore con corsi specifici sul business plan, lingue, commercio e molto altro. A settembre ci sarà l’avvio del secondo corso ‘Crescere imprenditori’, i nostri uffici stanno raccogliendo le adesioni, con il quale offriamo  agli under 29 la possibilità di seguire un corso formativo di 80 ore fino all’elaborazione  di un business plan».

@martarosati28

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250