martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 02:10
17 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 19:23

Uccisa con una martellata, l’omicidio dopo una lite per 10 euro al termine di un rapporto sessuale

Sarebbe questo l'episodio che secondo gli investigatori ha armato la mano del 24enne Piter Polverini. Lunedì l'interrogatorio di garanzia

Uccisa con una martellata, l’omicidio dopo una lite per 10 euro al termine di un rapporto sessuale
Peter Polverini viene portato via (Foto Arezzonotizie.it)

Un delitto scaturito da una lite per dieci euro in più chiesti da Katia dell’Omarino dopo un rapporto sessuale. Sarebbe questa, secondo quanto emerge in queste ore, la motivazione che ha portato Piter Polverini, 24enne di San Giustino, a uccidere la 40enne a Sansepolcro la notte tra l’11 e il 12 luglio scorso; un omicidio, avvenuto lungo le sponde del torrente Afro, dove i due si erano appartati, per cui Polverini è da venerdì in carcere. Secondo le ipotesi investigative è stato forse il timore che gli amici venissero a conoscenza dell’episodio la molla che ha fatto scattare il 24enne. A quel punto, spaventato, avrebbe cominciato a prendere a calci e pugni la donna fino al colpo finale assestato col martello.

Indagini Polverini, che ha ucciso la 40enne con un martello preso dalla cassetta degli attrezzi nell’auto del padre, comparirà lunedì alle 10.30 di fronte al gip del tribunale di Arezzo Annamaria Loprete per l’interrogatorio di garanzia dopo che, una volta accompagnati i carabinieri a recuperare l’arma del delitto in un boschetto vicino casa, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Serena, dopo due mesi di indagini, si è detta la famiglia della donna, assistita all’avvocato Anna Boncompagni, mentre i legali dell’uomo sono Roberta Blasi e Mario Cherubini. Le indagini dei carabinieri sono state coordinate dal pm Julia Maggiore, mentre l’ordinanza di custodia cautelare è stata firmata dal gip Annamaria Loprete che ha definito le indagini «magistrali».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250