giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 15:33
27 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:23

Tutto pronto per il Montelago celtic fest: tre giorni di furore gallico tra musica, cultura e sport

La manifestazione di scena a Taverne di Serravalle di Chienti dal 4 al 6 agosto è un'enciclopedia all'aria aperta per scoprire gli usi e costumi dei celti

Tutto pronto per il Montelago celtic fest: tre giorni di furore gallico tra musica, cultura e sport

I celti rivivono per tre giorni nel cuore dell’Appennino umbro-marchigiano. Musica e cultura, sport e rievocazione sono gli ingredienti del celebre Montelago Celtic Festival che torna a Taverne di Serravalle di Chienti (Mc) il 4, 5 e 6 agosto per raccontare incredibili storie.

Torna Montelago Celtic Festival il Come in un’enciclopedia all’aria aperta, un dardo infuocato che colpisce nel segno, la festa fantastica della Terra di mezzo riparte alla scoperta degli usi e costumi del popolo dei celti, declinato dalla A alla Z attraverso un programma che riunisce maestri anche molto diversi tra loro ma accomunati da un’aura di rispetto conquistata nel corso di decennali peregrinazioni. Dal Frodo prof. Cesare Catà e la sua compagnia teatrale Magical Afternoon, irrinunciabile punto di riferimento della sezione fantasy, agli studiosi controcorrente protagonisti delle conferenze alla Tenda Tolkien, passando per gli insegnanti dell’Accademia Montelago, dispensatori di pratiche e saperi di oggi e di ieri, alla sacerdotessa più druidica dei Monti Sibillini, Alessandra McAjvar, alle prese con decine di matrimoni sacri

Il programma Sull’altopiano largo anche al manipolo di cartomanti e chiromanti pronti a scandagliare l’indecifrabile futuro, ai rievocatori dell’accampamento storico, un villaggio alto medioevale dove sogno e realtà si fondono, fino al culmine ossia il bardo Màlleus, che ha composto Morrigan, l’inno che accompagna l’accensione dei fuochi sacri per attraversare il tempo, al di là del giorno, nel momento più significativo della festa, sabato alle 21. E ancora innumerevoli attività dal sapore celto-adrenalinico. Parola d’ordine ‘furor gallico’ per gli acclamatissimi giochi della tradizione, dedicati a chi vuole mettere alla prova resistenza e prestanza fisica, con il lancio del tronco per abbattere i muri di scudi, quello della pietra e il tiro alla fune per sradicare le palizzate dei fortilizi.

Patto col rugby e asino-bus Teatro della battaglia, l’Arena Avalon dove va in scena anche il rugby, lo sport più cavalleresco che ci sia, con la VI edizione del Torneo Flowers of Montelago, giocato da squadre di tutta Italia, organizzato in collaborazione con la Federazione Italiana Rugby e il Comitato regionale marchigiano. Per gli appassionati dello shopping, oltre 70 stand: un bazar dall’anima celtica che riunisce il meglio dell’artigianato europeo, fra fantasy e tradizione medievale. Appendice culturale, la sezione dedicata ai Celtic donkeys, gli asinelli della carovana, con due esperte ad insegnare ai bambini come accarezzare, accudire e rapportarsi con questi animali che garantiscono anche un servizio di asino-bus durante la manifestazione.

I dettagli Montelago è un evento firmato Arte Nomade e organizzato in collaborazione con Regione Marche, Provincia di Macerata, Comune di Serravalle di Chienti (Mc), Cosmari, Protezione Civile della Regione Marche, Università di Macerata, e con il patrocino dell’Ambasciata d’Irlanda in Italia, Federazione Italiana Rugby e Legambiente. Ingresso: giovedì 30 euro (valido fino a domenica), venerdì 30 euro (fino a domenica), sabato 20 euro (fino a domenica), domenica 10 euro (dalle ore una).

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250