sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 05:12
21 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:47

Turismo in Umbria: «+10,25% di arrivi e +11,78% di presenze». Paparelli: «Investimento da 3 milioni»

Per gli alberghi «+8,50% di arrivi e +12% di presenze», mentre per l'extra alberghiero i numeri sono «+14,51% e +11,42%»

Turismo in Umbria: «+10,25% di arrivi e +11,78% di presenze». Paparelli: «Investimento da 3 milioni»

«Con 429 mila 122 arrivi e 865 mila 918 presenze anche il bimestre marzo-aprile si conferma nettamente in positivo per il turismo umbro, evidenziando una variazione percentuale del +10.25% negli arrivi e +11.78% nelle presenze rispetto allo stesso bimestre 2015»: lo ha affermato il vicepresidente della Giunta regionale dell’Umbria e assessore al Turismo, Fabio Paparelli, commentando i dati dell’Osservatorio regionale sul turismo e sottolineando che «il trend da record inaugurato fin dalla stagione invernale si sta consolidando, andando ad incidere sensibilmente sia nel settore alberghiero, dove si registra una variazione positiva dei flussi (+8.50% arrivi e +12% presenze.), che extra alberghiero (+14.51% arrivi e +11.42% presenze)».

Paparelli L’assessore informa sull’investimento finalizzato al consolidamento delle tendenze. «Per dare continuità al lavoro svolto e ai risultati conseguiti – ha dichiarato Paparelli – abbiamo deciso di stanziare oltre 3 milioni di euro che saranno investiti fino a fine anno nella promozione turistica e individuati nell’ambito dell’approvazione delle Linee di indirizzo 2016 relative alle misure europee a sostegno alla fruizione integrata delle risorse culturali e naturali e della promozione delle destinazioni turistiche». «Con questo atto – ha sottolineato l’assessore – sono state messe a punto ulteriormente le strategie promozionali e le azioni prioritarie sulle quali l’Umbria intende continuare a lavorare anche in futuro, in coerenza con gli obiettivi assegnati dall’Europa, che tendono a stimolare sempre più una maggiore interconnessione tra la valorizzazione dei beni culturali e il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250