sabato 25 giugno 2016 - Aggiornato alle 17:46
banner 970x50
24 giugno 2014 Ultimo aggiornamento alle 16:12

Trovato morto strozzato il cane Ares, rubato a Perugia sotto minaccia di un coltello

Aveva una corda al collo. Sono stati tolti i gruppi nati su Facebook per aiutare a trovarlo. Il proprietario stravolto dal dolore

Trovato morto strozzato il cane Ares, rubato a Perugia sotto minaccia di un coltello
Ares, il cane rubato poi trovato morto

di M.Troc e Iv. Por.

E’ stato trovato morto Ares, il cane rubato domenica nel centro di Perugia sotto la minaccia di un coltello.

Gli aggiornamenti: ecco come è morto

La notizia A nulla è valso il tam tam mediatico, la solidarietà espressa sui social network da tantissime persone rimaste colpite dall’episodio e che in segno di disappunto e di profondo dolore hanno provveduto ad eliminare i gruppi su Facebook che chiedevano il contributo e l’aiuto di tutti. Insomma a nulla è valsa la sensibilità di molti contro la crudeltà di pochi. Ares non c’è più. E il dolore di Francesco, il suo padrone, è smisurato. Contattato al telefono da Umbria24 si è limitato a dire: «Purtroppo è tutto vero. Non sono nelle condizioni di dire nulla».

Il ritrovamento Secondo alcune indiscrezioni sarebbe stato trovato legato con una corda al collo. Probabilmente la morte è avvenuta a causa di stenti. E’ possibile che coloro che l’hanno rubato nel tentativo di liberarsene l’abbiano abbandonato legandolo ad un albero. Come è possibile che il cane si sia strangolato nel tentativo di liberarsi. O peggio che sia stato impiccato come in tanti sostengono senza conferme da fonti ufficiali. Sono comunque tutte ipotesi. Certo è che fosse legato al collo. La zona del ritrovamento è quella di Assisi dove la Municipale parla di un cane trovato morto nella zona delle Carcerelle (Eremo delle carceri, sul monte Subasio).

I fatti Francesco è stato aggredito domenica, intorno a mezzogiorno, in pieno centro a Perugia, da tre stranieri, probabilmente magrebini che gli avrebbero puntato il coltello alla gola, secondo quanto da lui stesso dichiarato, minacciandolo di lasciare il guinzaglio o «te la tagliamo», ha raccontato ai poliziotti. Il giovane ha provato a dire loro di prendere tutto ma non il suo amico fedele, senza che questo sortisse nessun effetto sugli aggressori. La polizia indaga a 360 gradi sulle dinamiche del sequestro e sugli sviluppi tragici della vicenda.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO
  • Ahiro Denn Joshua Mercado

    :( povero lui

  • Alessandro Manson Dionigi

    poveri i tre magrebini se li trovo prima io

  • Luigi Temporin

    fino a quando i cagacazzo di politici non si svegliano e non fanno pagar caro a chi ammazza gli animali senza ragioni, non finiranno mai, nemmeno le ingiustizie sugli uomini.

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
its umbria
banner 300x250