lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 07:21
1 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:58

Trenitalia: aumenta il gradimento dei pendolari umbri, ma cala il giudizio sulla sicurezza

Indagine dell'azienda sugli utenti dei convogli regionali: l'89% li giudica positivamente. Balzo avanti di comfort e puntualità

Trenitalia: aumenta il gradimento dei pendolari umbri, ma cala il giudizio sulla sicurezza
Un treno Jazz

Sale in Umbria il numero dei pendolari che giudicano positivamente il trasporto regionale di Trenitalia, apprezzando gli sforzi di miglioramento. Ma cala il senso di sicurezza sui convogli. E’ questa la sintesi dell’ultima indagine demoscopica in materia, condotta da una società specializzata, esterna al Gruppo Fs.

Gradimento dei pendolari A fronte di una media nazionale del 79% d’intervistati che – nel corso dell’ultima periodica rilevazione – ha espresso un giudizio positivo sul viaggio nel suo complesso (+2,8 vs 2015 e + 4,8 vs 2014), quella registrata in Umbria è dell’89,3%, in crescita di 4,2 punti percentuali rispetto al 2015 e di 9,5 rispetto al 2014. Gli interpellati hanno indicato nel comfort (+9,8% vs 2015 e + 12,6 vs 2014), nella permanenza a bordo (+5,9 vs 2015 e + 10,1 vs 2014), nella pulizia (+ 9 vs 2015 e + 13,8 vs 2014) e nella puntualità (+ 9,3 vs 2015 e + 13,1 vs 2014) gli aspetti maggiormente migliorati. Al conseguimento di questo risultato hanno concorso le decisive innovazioni operative e tecnologiche introdotte negli ultimi periodi, un radicale turnover del management e, anche in Umbria, l’arrivo di treni nuovi, più confortevoli, performanti e affidabili. A giugno 2015 sono entrati in esercizio quattro nuovi convogli Jazz, che svolgono 13 corse al giorno.

Sicurezza in calo In lieve controtendenza il giudizio sulla security, su cui pesa negativamente l’eco di alcuni atti vandalici o di aggressioni al personale ferroviario. Tuttavia il 78,7% degli intervistati in Umbria continua a esprimere un’opinione positiva sul livello di sicurezza, sempre intesa nell’accezione di security. Proprio per migliorare la security a bordo, è stato avviato a livello nazionale un importante progetto di videosorveglienza live. Oltre a registrare le immagini interne al treno, il sistema – primo in Europa – consente di replicarle in tempo reale sui monitor di bordo delle flotte più recenti, come deterrente ad aggressioni e atti vandalici. Le stesse immagini sono trasmesse in tempo reale alle diverse control room sul territorio,  per assicurare un costante presidio della situazione a bordo dei treni.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250