domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 09:09
28 aprile 2016 Ultimo aggiornamento alle 23:21

Ast, Rsu ai piani alti di viale Brin e Uilm va sola: sul tavolo il futuro delle professionalità di fabbrica

Al centro del confronto coi vertici aziendali valorizzazione e motivazione della forza lavoro

Ast, Rsu ai piani alti di viale Brin e Uilm va sola: sul tavolo il futuro delle professionalità di fabbrica
FOTO MONIA CANAVARI

di M. R.

È fissato per il prossimo 5 maggio l’incontro tra le rappresentanze sindacali di Fim, Fiom, Fismic, Ugl di Ast e l’Ufficio del personale del sito siderurgico ternano. Il confronto dovrebbe avvenire proprio sui temi delle professionalità di operai, impiegati e quadri nell’ottica di un’esigenza motivazionale, chiesta a più riprese anche contestualmente alla recente campagna ASTory promossa dall’azienda. Uilm convocata separatamente.

Ast, timeline
TUTTO SU AST

Rsu senza Uilm L’incontro è stato chiesto con urgenza dai rappresentanti sindacali delle sigle di categoria, fatta eccezione per la Uilm, per iniziare a discutere del futuro di tutte le maestranze impiegate a vario titolo all’interno dello stabilimento, anche e soprattutto rispetto agli scatti di livello.

Verifica accordo al Mise

ASTory, Aspasiel e fermata estiva La riunione pare voglia essere anche un’occasione per chiarire definitivamente lo stato dell’arte dell’iter di ristrutturazione aziendale e fare luce sullo stato di salute dei bilanci, anche se il tema più sentito è attualmente quello della valorizzazione e motivazione della forza lavoro. L’esecutivo di fabbrica è stato convocato in due date 3 e 5 maggio in merito al progetto ASTory e tra le missive inviate all’Ufficio del personale c’è anche una richiesta di incontro per la fermata estiva e una per Aspasiel.

Uilm in separata sede Le Rsu della Uilm, nel pomeriggio di giovedì, hanno comunicato di aver ricevuto anche loro un’apertura da parte della direzione aziendale la quale avrebbe scelto di convocare le sigle in due momenti diversi (la data del 5 maggio iin ogni caso coincide) perché la richiesta d’incontro formale rispetto a riconoscimenti professionali e livelli d’inquadramento dei lavoratori  da parte delle diverse sigle sindacali, sarebbe stata inviata in modi e tempi distinti: «Speriamo non sia un bluff – chiosano sulla riunione – auspichiamo che chi presiederà il tavolo di confronto, abbia le idee chiare per concluderlo in tempi ragionevoli, evitandoci imbarazzanti teatrini».

Twitter @martarosati28

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250