domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 17:41
2 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 10:01

Tk-Ast, buone notizie per Titania e controlli a tappeto: azienda vigila su sicurezza nei reparti

Trovato il pezzo di ricambio per linea al reparto Pix andata in panne, lunedì riprenderà la produzione. La novità: dirigenti in missione ispettiva su lavoratori e impianti, anche di notte

Tk-Ast, buone notizie per Titania e controlli a tappeto: azienda vigila su sicurezza nei reparti
Coils di acciaio pronti per la spedizione

di Mar. Ros.

Quasi terminato lo stop dell’impianto, al quale lavora Titania: la produzione della controllata Ast dovrebbe riprendere lunedì prossimo. Nel frattempo da pochi giorni pare che i dirigenti dell’Acciai speciali Terni abbiano intrapreso il sistema delle ‘ronde’ in tutti i reparti del grande sito industriale, sia di giorno che di notte.

Titania e Tifast Un guasto alla reattanza e l’impianto era andato in panne ma tutto sembra ormai essersi risolto. Come da programma anticipato da Umbria 24, venerdì è stato provato il pezzo di ricambio recuperato all’interno dello stabilimento siderurgico di viale Brin e l’impianto ha ripreso a marciare correttamente. Questo eviterà un blocco prolungato alla produzione e di conseguenza anche la ricollocazione degli operai in altri reparti come era stato concordato tra direzione aziendale e Rsu. La situazione Titania, dunque, per il momento, resta stabile e può iniziare la collaborazione con la ternana Tifast.

Ronde in Tk-Ast La vera novità invece se vogliamo riarda la missione ispettiva dei dirigenti, in giro da un reparto all’altro dello stabilimento di viale Brin per accertarsi che le norme di sicurezza siano rispettate. Richiami e provvedimenti disciplinari, in caso di trasgressione, sono dunque dietro l’angolo. Elmetti e occhiali da lavoro vanno indossati, guai a chi getta rifiuti a terra come peraltro già avvenuto di recente.

Provvedimenti disciplinari Pugno duro contro chi non rispetta le regole e la questione riguarda anche l’incolumità degli operai e l’infortunio del 40enne di Arrone la dice lunga sui rischi che si corrono sul luogo di lavoro. Si vigila dunque sulle maestranze ma anche sugli impianti, perché pare che recentemente si siano verificati intoppi sulla linea a caldo. In ogni caso il controllo nei reparti solitamente spetta al capoturno, ma l’azienda ha evidentemente ritenuto di intensificare l’attività; come si dice ‘quattro occhi sono meglio di due’.

@martarosati28

 

 

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250