mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 02:02
23 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 19:42

«The conjuring», una casa infestata da fantasmi e da persone in carne e ossa

Torna la coppia investigativa dell’occulto con una nuova avventura dove sapientemente la tensione non scende mai

«The conjuring», una casa infestata da fantasmi e da persone in carne e ossa

di Gordon Brasco

Torna la coppia investigativa dell’occulto che tanto ci era piaciuta tre anni fa («L’evocazione – The Conjuring» film del 2013) con una nuova avventura. Cos’è peggio secondo voi? Avere la casa infestata da spettri maligni o scontrarsi con la comunità in cui abitate? Perché se il poltergeist può rendervi la vita domestica un inferno c’è poi tutta la gente che sta fuori che non vede l’ora di crocifiggere il diverso di turno e additarlo come pazzo, isterico e chissà cos’altro semplicemente perché l’idea che dei fantasmi possano esistere risulta inaccettabile. Il film di Wan vi farà fare qualche salto sulla poltrona ma per lo più passerete il tempo in compagnia dei coniugi Warren immersi fino al collo in paure più raccontate che vissute, in un’atmosfera lugubre creata ad arte per spaventare anche quando non ci sarà nulla sullo schermo di particolarmente tenebroso… un gioco psicologico ideato per non far calare mai la tensione nello spettatore che dà i suoi frutti e che è tutto merito degli sceneggiatori Chad Hayes e Carey Hayes. Oltre ai terribili scherzi dei fantasma potrete rabbrividire anche per il vestiario dei protagonisti addobbati ad arte da costumisti sadici che, per farci rivivere i lontani anni ’70, hanno ritirato fuori dai bauli della nonna dei maglioni e delle gonne che probabilmente anche quarant’anni fa venivano giudicati come orrendi.

Tensione Dialoghi veloci e senza fronzoli, tutto predisposto per favorire il racconto delle immagini più che delle parole perché Wan non ha nessuna voglia di fare un’ennesima declinazione de «L’esorcista», piuttosto una via di mezzo tra «Poltergeist» (quello del 1982 diretto da Tobe Hooper, non il terribile remake dell’anno scorso) e la serie televisiva «Supernatural». Insomma vale la pena spendere dei soldi per questo film? Secondo me sì: non si tratta di una storia horror nel senso splatter del termine ma di una vicenda basata su fatti realmente accaduti che, grazie a un sapiente lavoro degli sceneggiatori, riesce a mantenere il livello di tensione sempre molto alto. Le crudeltà a cui assisteremo poi vengono sia dal mondo soprannaturale che da quello terreno perché le persone in carne e ossa sanno essere tanto spaventose e spietate quanto il peggiore dei mostri inventati da Hollywood. Avete voglia di indagare sui misteri del soprannaturale insieme a Ed e Lorraine Warren? Ve la sentite di rivedere la gente vestita con i terribili maglioni anni ’70? Vi piacerebbe fare un paio di salti sulla poltrona del cinema? Allora andate al cinema, questo titolo è quello giusto per voi.

Un film di James Wan. Con Patrick Wilson, Vera Farmiga, Madison Wolfe, Frances O’Connor, Lauren Esposito. continua» Titolo originale The Conjuring 2: The Enfield Poltergeist. Horror, Ratings: Kids+16, durata 133 min. USA 2016. Warner Bros Italia.

Trama: Lorraine e Ed Warren si recano nella zona nord di Londra per aiutare una madre single, impegnata a crescere quattro figli in una casa infestata da spiriti maligni…

Perugia
Gherlinda:  18.00 / 19.00 / 21.00 / 22.00
Uci Cinemas Perugia: 16.50 / 19.40 / 22.00 / 22.30

Foligno
Multisala Clarici: 17.30 / 20.00 / 22.30

Terni
The Space: 16.40 / 19.30 / 20.00 / 22.20

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250